Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
live

Fiorentina, Dodô: "De Zerbi mi ha consigliato di venire qui. Puntiamo alla Champions"

LIVE TMW - Fiorentina, Dodô: "De Zerbi mi ha consigliato di venire qui. Puntiamo alla Champions"
mercoledì 10 agosto 2022, 16:28Serie A
di Dimitri Conti

Alle ore 16 il terzino brasiliano Dodo si presenta ufficialmente come nuovo giocatore della Fiorentina. Rimanete collegati su TuttoMercatoWeb.com per seguire l'evoluzione della conferenza stampa in diretta.

16.08 - Arrivano Dodo e il ds viola Pradè, inizia la conferenza.

Comincia con una breve introduzione Daniele Pradè: "Finalmente presentiamo Dodo, lo aspettavamo da quasi un mese. Da parte nostra abbiamo cercato di prendere il meglio sul mercato in un ruolo che era priorità. È stata la prima, vera operazione che abbiamo provato a chiudere, un'operazione partita da lontano, da maggio a fine campionato, e la trattativa con lo Shakhtar è stata lunga. Ma c'è stata massima collaborazione tra i due club, abbiamo cercato la massima correttezza e trasparenza visto il periodo delicato dei club ucraini. C'è poco da dire su di lui, è un ragazzo molto solare e voglio che lo scopriate voi".

Quindi, parla Dodo: "È un momento molto felice della mia carriera, la Fiorentina mi dà l'opportunità di aprirmi molte porte nel calcio italiano e di mostrare il mio gioco. Sono convinto che sarà un anno bello".

Non ha avuto paura di porre obiettivi.
"L'obiettivo Champions è quello di tutta la squadra, ho molta esperienza europea e per la Fiorentina è molto importante raggiungere certi livelli. Iniziando dal provare a vincere la Conference".

Come ha vissuto la situazione delicata dell'Ucraina?
"Dopo quello che è successo sono tornato in Brasile, ho fatto allenamenti specifici a Coritiba per mantenere il ritmo. Non è la stessa cosa che allenarsi con la squadra, ma non sapevo ancora quali sarebbero state le mie opportunità successive. Non sono ancora al 100% ma ci arriverò presto, spero già dalla prossima settimana".

Come è arrivato alla scelta di venire a Firenze?
"La Fiorentina è la squadra che più si è sforzata e ha avuto fiducia nelle mie qualità. Ritengo sia la migliore scelta per me e la mia famiglia".

De Zerbi le ha parlato di Firenze? Lo trova simile a Italiano?
"Sì, mi ha consigliato di venire qui perché la squadra è forte e l'allenatore molto preparato. Con De Zerbi ho lavorato solo 7 mesi ma il suo supporto è stato importante e vedo somiglianze con il gioco di Italiano. Anche nella capacità di dare tranquillità e aiuto, oltre alla fiducia".

Cosa si aspetta dalla Serie A?
"Ho già giocato contro squadre intense come Inter e Atalanta e sono consapevole che in Italia l'aspetto più importante per un difensore è la marcatura. Quando abbiamo sfidato il Real Madrid ho parlato con Roberto Carlos, che mi ha dato dei consigli. L'esperienza alla Fiorentina sarà importante anche da questo punto di vista".

Pensa già a domenica e alla Cremonese?
"Ho voglia di scendere in campo, so che domenica lo stadio sarà praticamente pieno e ci troveremo di fronte a una tifoseria molto appassionata. Al di là di giocare in casa o trasferta, spero di mostrare il mio livello e rappresentare al meglio la Fiorentina".

Sente di essere un terzino moderno?
"Un laterale può avere anche la capacità offensiva come punto di forza, ma ho come riferimenti Dani Alves, Carvajal e Alexander-Arnold, tutti che sanno sia attaccare che difendere con la stessa efficacia. Guardando più al passato, mi ispiro a brasiliani come Roberto Carlos e Cafu".

Prima di accettare la Fiorentina ha sentito qualcuno dei suoi attuali compagni?
"Sono molto amico di Igor e Cabral sin dalle giovanili brasiliane, ho parlato subito con loro e mi hanno consigliato di venire qui. Questa è una squadra che ha sempre lottato per obiettivi, titoli e partite importanti. Mi hanno supportato nella scelta".

Si sente già pronto a giocare domenica?
"Non sono al 100% ma sto dando il massimo in ogni allenamento. Se l'allenatore prenderà una decisione positiva, mi sento pronto a giocare sin da domenica se necessario".

16.28 - Si conclude la conferenza stampa di Dodo.