Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
live

Genoa, Blessin: "Sono al 100% dentro questo progetto. Domani dare tutto per i tifosi"

LIVE TMW - Genoa, Blessin: "Sono al 100% dentro questo progetto. Domani dare tutto per i tifosi"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 20 maggio 2022, 17:43Serie A
di Andrea Piras

16.40 - Ultima gara stagionale per il Genoa. I rossoblu scenderanno in campo contro il Bologna per onorare un campionato che li ha visti retrocedere in cadetteria dopo 15 anni di massima serie. In vista della sfida del "Ferraris", il tecnico Alexander Blessin interverrà in conferenza stampa. Segui la diretta testuale su TUTTOmercatoWEB.com.

17.05 - Inizia la conferenza stampa di Alexander Blessin.

Un bilancio sportivo e umano di questi primi quattro mesi a Genova.
"Quando sono arrivato qua ero un allenatore sconosciuto ma sono stato accolto bene dalla gente qua e anche dai tifosi che hanno apprezzato il modo di giocare in campo della squadra. Tutti dobbiamo ringraziare i tifosi che dall'inizio ci hanno incitato. Ci hanno creduto fino alla fine ed è una cosa unica al mondo avere sostenitori così vicini alla squadra. Poi si può parlare di statistiche di cosa abbiamo fatto e cosa no. Nemmeno io avrei pensato aver trovato una stabilità così. Abbiamo poi creato diverse occasioni da gol che non abbiamo concretizzato. Dall’altro lato abbiamo fatto sette reti su 15 partite e non è degno per la Serie A. E’ molto importante pensare all’anno prossimo, sono mancate alcune cose che vanno migliorate. All’inizio abbiamo visto che sono migliorati alcuni dati, contro Udinese e Empoli per esempio è mancato davvero poco. Dopo la vittoria col Torino ci siamo ripresi ma poi abbiamo perso contro Verona, Lazio e Milan dove abbiamo avuto difficoltà. Queste partite si possono anche perdere, dopo siamo riusciti a riprenderci, abbiamo riportato la speranza prima di Napoli alla penultima partita. Anche a Napoli, nei primi trenta minuti abbiamo avuto occasioni da gol per passare in vantaggio, poi siamo andati in difficoltà con il caldo. Abbiamo avuto l’occasione per pareggiare ma questo è un film di tutte le sconfitte che abbiamo subito. Come i tifosi sono tristi e hanno sofferto questa retrocessione anche io l’ho sofferta. Dobbiamo comunque cercare di reagire. Ho ricevuto tanti messaggi dei tifosi e vorrei ringraziarli. Mi scuso per non essere riusciti a salvarci ma sono venuto qua consapevole che la missione non era facile ma il progetto continua. Siamo riusciti a dare speranza, abbiamo dato un modo di giocare che piace ai tifosi. Dobbiamo continuare ad avere forza, in Serie B non sarà facile. Non posso promettere niente, come quando sono arrivato, ma posso assicurare che noi faremo di tutto per dimenticare questo passo falso e tornare in Serie A. Dobbiamo dare tutto per questi incredibili tifosi, se lo meritano. Non mi tiro indietro e vado avanti".

Fino alla gara col Torino la squadra è sempre sembrata in crescita, poi non ha fatto quel passo in più. Come mai?
"Dopo il Torino, abbiamo perso tre partite. A Verona abbiamo giocato male, otto giocatori erano in nazionale e sono arrivati male. Ora è più facile parlare ma era meglio continuare con l'euforia post Torino. Abbiamo preso dei gol troppo facili. Con la Lazio ci sono stati dei dettagli che determinano le partite o la stagioni. Abbiamo avuto quell'occasioni con Piccoli che sarebbe valso un cartellino rosso e poi abbiamo subito gol. Poi la Lazio ha mostrato la qualità che ha e ha vinto la partita. Poi abbiamo commesso errori e abbiamo regalato la partita. In questi episodi abbiamo dimostrato che la squadra non era ancora pronta a reagire a queste difficoltà. Erano tutte partite decisive. Con il Milan non abbiamo giocato male ma loro hanno grandi qualità. Abbiamo vinto col Cagliari ottenendo altra speranza per salvarci. Ogni partita, se vi ricordate, noi dicevamo che sarebbe stata una partita decisiva. La squadra è riuscita a rimanere in lotta per salvarsi sino alla penultima sfida. Bisogna cercare di ritornare il più presto possibile, col prossimo campionato, ad una situazione positiva. Volevo chiarire che non ho mai pensato 'Ma perchè sei venuto qui?'. Abbiamo un concetto prolungato e sono al 100% dentro questo progetto. Il progetto c'è, i tifosi ci sono. Queste due cose mi danno la forza necessaria. Ho intenzione con tutto il cuore di continuare questo progetto".

Quanti cambiamenti servono sul mercato e un attaccante può essere il primo obiettivo.
"Sicuramente stiamo parlando in qualche posizione servono innesti. Bisogna anche trovare giocatori con qualità e la mentalità. Ovviamente se troveremo giocatori con mentalità e qualità saremo pronti e cercheremo di fare di tutto per prenderli. Aiuteremo la nostra squadra. Devono essere pronti ad intraprendere quella direzione".

Il Genoa in Serie B è condannato a vincere. C'è bisogno di una rivoluzione o c'è qualcosa da salvare?
"Bisognerà naturalmente cambiare qualcosa, aumentando la qualità. Sarà molto importante in B avere quel mix non solo di giovani ma anche di esperienza che possano aiutare".

TMW - Per il Genoa del futuro ha parlato di qualità. Mi soffermo sulla mentalità: cosa serve da quel punto di vista?
"Stiamola cercando le componenti. In B troveremo squadra che saranno un po' più difensive e quindi servirà qualità nel possesso palla ma anche carattere aggressivo per andare in profondità. Cerchiamo di lavorare in questa direzione. Sarà una preparazione pre-campionato dura, ho le idee chiare su come vanno i giocatori in campo. L'importante è avere queste idee qui di giocatori. Ci aspettiamo dai giocatori che dal primo giorno siano pronti a soffrire anche in certe situazioni. Sarà una preparazione durissima".

Cosa servirà domani?
"Io voglio vincere ogni partita. Domani abbiamo il dovere, di fronte ai nostri tifosi, di dare tutto e cercare di vincere questa partita. Non possiamo accettare di andare domani al 50%. Domani andranno in campo i giocatori che penserò che giocheranno per vincere la partita. Vogliamo dare tutto per vincere. Non sarà una passerella. Soprattutto dare tutto per i tifosi. Domani faranno un corteo ma noi dobbiamo dare tutto".

Domani schiererà qualcuno che ha giocato meno o qualche giovane della Primavera?
"Ci sta questa domanda. Chi andrà in campo domani se lo sarà meritato. Voglio vincere questa partita".

17.43 - Termina la conferenza stampa di Alexander Blessin.