Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Mourinho: "Con la Roma ho un impegno serio fino a giugno. Nei momenti difficili sono presente"

Mourinho: "Con la Roma ho un impegno serio fino a giugno. Nei momenti difficili sono presente"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 1 ottobre 2023, 23:27Serie A
di Lidia Vivaldi

Al termine della gara dell'Olimpico il tecnico della Roma José Mourinho ha commentato a DAZN la vittoria e la prestazione della squadra:

"Nel primo tempo abbiamo concesso un paio di buone opportunità, è una linea difensiva che gioca con un centrocampista e un ragazzo arrivato un paio di mesi fa. Bene la compattezza di squadra, il lavoro dei due esterni dal punto di vista difensivo. Un grandissimo sforzo di Bove e di Paredes, i due ragazzi offensivi anche senza palla ci hanno dato una mano. La squadra ha fatto bene, è stata squadra, che è una cosa che a me piace sempre, contro un avversario che di Serie B non ha niente. Sono ben organizzati, hanno giocatori di qualità. Mi è piaciuta quando l'ho analizzata e anche oggi in partita."

Su Lukaku:
"Pensavo di essere responsabile anche del fatto che Lukaku non segnava. Come minimo non posso essere accusato di questo perché Romelu continua a segnare, segna qua, segna nell'Inter, segna dove va... Per fortuna io non sono un allenatore capace di distruggere la qualità di un giocatore."

Cosa le ha dato fastidio negli ultimi giorni?
"L'ho già spiegato ieri, tre mesi fa ero l'amato, il voluto. Tre mesi dopo non è più così, perché abbiamo avuto un inizio di campionato devo dire orribile a livelli di risultati, ma anche multifattoriale. Mi ha infastidito. Io sapevo che i ragazzi avrebbero dimostrato che siamo squadra, che siamo uniti. Sono molto contento che loro abbiano vinto la partita perché non è facile dopo che perdi una partita come abbiamo perso l'ultima. Bisogna essere equilibrati emozionalmente, bisogna avere la struttura mentale per entrare in campo, ma devo anche dire che non abbiamo mai sentito venire meno l'appoggio dei nostri tifosi e li devo ringraziare."

E' rimasto sempre in campo con i suoi ragazzi:
"Io sono sempre stato così, sono sempre stato un porto sicuro nei momenti difficili, e nei momenti facili mi sono sempre messo da parte per lasciare spazio ai ragazzi."

Avete parlato di futuro con i Friedkin?
"Voi continuate a parlare di futuro, ma io non devo parlare di futuro. Il mio futuro è il compromesso con la Roma firmato fino al 30 giugno e questo per me è serio. Non devo parlare con la proprietà, un allenatore deve rispettarlo e non fare nessun tipo di commenti. Sono contento anche per loro, ovviamente, perché vogliono vincere le partite ed erano dispiaciuti per il risultato di Genova. Io lavoro per loro, lavoro per i romanisti e per i giocatori. Quando facciamo bene sono contento."

Quando recupererà numeri in difesa?
"Oggi guardavo la Juve e quando Bremer si è fatto male Max ha messo Rugani. Io ho pensato, sei fortunato Max, noi purtroppo non abbiamo Smalling, non abbiamo Llorente e dobbiamo aspettare, sicuramente giovedì non ci saranno, vediamo per Cagliari".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile