Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw radio

Di Gennaro: "Vedrei Bernardeschi in squadre come Napoli, Lazio o Torino"

TMW RADIO - Di Gennaro: "Vedrei Bernardeschi in squadre come Napoli, Lazio o Torino"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Lorenzo Marucci
giovedì 19 maggio 2022, 20:28Serie A
di Dimitri Conti

L'ex centrocampista Antonio Di Gennaro, commentatore tv e opinionista di TMW Radio, è intervenuto durante la trasmissione Stadio Aperto con Niccolò Ceccarini e Dimitri Conti: “Lo sport è sofferenza e gioia, questo campionato è stato avvincente e ora vedo il Milan favorito all’80%, meriterebbero questo Scudetto”.

Come si vive una settimana così?
“L’ansia è sempre il pericolo numero uno, anche se il Milan l’ha sempre gestita nel modo migliore. Pioli è sempre stato bravo in questo, ricordo il suo lavoro quando era alla Fiorentina e scomparve Astori: tenne su i ragazzi grazie al suo grande spirito. Ora ha 90 minuti essenziali verso il traguardo”.

L’Inter può sperare in un 5 maggio alla rovescia?
“La vittoria di Verona ha dato qualcosa di diverso al Milan, era una tappa fondamentale anche per il discorso storico. Non credo ci siano dubbi che Sassuolo e Samp giocheranno al massimo. L’Inter dovrà vincere e sperare in un crollo psico-fisico del Milan e nel Sassuolo, che con le grandi se l’è sempre giocata bene. Solo queste cose”.

Sabato Fiorentina-Juventus.
“Non può che esserci il tutto esaurito, c’è una certa rivalità. La Fiorentina riparte dopo una sconfitta per giocarsi un’Europa che non era nei programmi societari. Anche non dovesse arrivarci, la stagione rimarrebbe positiva. Se ce la fa, è un capolavoro visto che gli hanno tolto il capocannoniere a gennaio. Riuscirci battendo la Juve sarebbe come un en plein. Deve riuscire a tirare quel qualcosa in più dai suoi giocatori".

Che bilancio di Bernardeschi alla Juventus? Dove lo vedrebbe ora?
"Le prestazioni sono sempre state così così e gli hanno provato pure a cambiare ruolo: per me è un attaccante esterno. Non so però se sia un giocatore da grandissima squadra: in questi anni di Juventus proprio non l'ha dimostrato, non so se per questione di ruoli o personalità. Lo vedrei magari in una Lazio, un Torino o un Napoli".

Alla Juventus servirebbe Perisic?
"Può andare dappertutto, è un giocatore completo e a livello europeo: forte, fisico e bravo anche di testa oltre che capace di rientrare sul destro. Se l'Inter lo perde ha Gosens che dovrà sostituirlo e non sarà facile, per la Juventus sarebbe un acquisto importantissimo, non super di più".

Vede D'Amico e Tudor adatti a Bergamo?
"Sicuramente il Verona perderebbe molto. L'Atalanta deve ripartire, io però non cambierei Gasperini, semmai andrei sui giocatori. Quest'anno sento mugugni, ma in questi anni ha fatto cose da grande allenatore. Prendendo D'Amico e Tudor andrebbero verso un certo tipo di calcio, sicuro, però a Bergamo devi anche arrivare ai risultati, guardate che investimenti hanno fatto in questi anni".

Salernitana-Cagliari, chi si salva?
"Come per il Milan, vedo la Salernitana con un 80% di probabilità. Nel calcio può succedere tutto, ma anche al Cagliari sanno che dipenderà tanto dalla Salernitana".