Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw radio

Turci: "Oggi in Serie A l'Udinese di Sottil è la peggiore avversaria possibile"

TMW RADIO - Turci: "Oggi in Serie A l'Udinese di Sottil è la peggiore avversaria possibile"TUTTOmercatoWEB.com
venerdì 30 settembre 2022, 20:42Serie A
di Raimondo De Magistris

L’ex portiere Luigi Turci è intervenuto ai microfoni di 'TMW Radio', durante la trasmissione 'Piazza Affari', per valutare a tutto tondo l'ottimo inizio di stagione dell'Udinese.

Meritato il premio di miglior allenatore del mese per Sottil?
“Un riconoscimento meritatissimo per ciò che ha fatto vedere in campo la sua Udinese. Anche le grandi individualità fanno la differenza, una su tutte Deulofeu”.

L'Udinese è di nuovo il massimo dal punto di vista della crescita dei giovani?
“Prima di dare giudizi definitivi io aspetterei ancora un po’ di tempo, ma bisogna dire che l’Udinese di questo avvio sta ricordando quella di qualche anno fa, in grado di raggiungere obiettivi importanti. In questo momento l’Udinese è la squadra peggiore da affrontare in tutta la Serie A”.

Cioffi la scorsa estate è andato via per proseguire la carriera all'Hellas Verona, qual è il suo giudizio?
“Cioffi secondo me è stata la sorpresa della scorsa Serie A. Quest’anno si è presentato pieno di entusiasmo a Verona, ma ben presto si è ritrovato in una situazione estremamente delicata, con la rosa depotenziata e con delle difficoltà oggettive”.

Qual è la forza dell’Udinese?
“Il possesso palla non è certamente il credo di mister Sottil, ma la pressione e l’aggressività riescono a risultare decisive. Contro l’Inter, per dire, Walace non ha mai mollato Brozovic, che è stato imbrigliato totalmente dal brasiliano”.

Come sei rimasto con l’ambiente del tifo dell’Udinese?
“Il popolo friulano ha un approccio alla vita unico. Nel momento del terremoto di Gemona i friulani non hanno fiatato e hanno ricostruito ogni paese pietra su pietra. Il modo in cui vivono il calcio poi è bellissimo, grazie anche al famoso terzo tempo organizzato dai tifosi dell’Udinese nel parcheggio fuori dallo stadio”.

Per quanto può restare così in alto l’Udinese?
“In questo momento l’Udinese è la squadra da evitare, perché oltre alle qualità ha anche un entusiasmo incredibile. Sono convinto che il gruppo abbia le basi per disputare un campionato di vertice”.