Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Udinese, Buta si presenta: "Sono un terzino offensivo, mi piace crossa e attaccare per far gol"

Udinese, Buta si presenta: "Sono un terzino offensivo, mi piace crossa e attaccare per far gol"TUTTOmercatoWEB.com
giovedì 11 agosto 2022, 23:45Serie A
di Pierpaolo Matrone

Quale modo migliore per integrare Leonardo Buta se non affiancandogli un interprete d’eccezione come Beto? Tradotto dal connazionale, il classe 2002 si dice “estremamente felice di essere qui, l’Udinese è un club incredibile che punta molto sui giovani. Quando ho saputo del loro interesse sono stato contentissimo. Spero di avere presto l’opportunità di incidere e crescere in un campionato competitivo come la Serie A. Sogno di raggiungere molti successi qui”.

“Sono un terzino rapido e molto offensivo, mi piace crossare, ma anche attaccare l’area per fare gol – si racconta Buta – Ci sono delle cose che devo migliorare in fase difensiva, ma so che qui le perfezionerò sicuramente”. Al suo arrivo, il portoghese si è trovato bene. “La struttura e l’organizzazione dell’Udinese sono molto buone e gli obiettivi della società precisi. Mi sono trovato bene anche con la squadra, mi hanno accolto subito, e avere un portoghese come Beto mi aiuta molto”. Con l’attaccante è nata subito una bella amicizia: “Non avevamo parlato prima di venire qui, non ci conoscevamo di persona. Abbiamo cominciato quando sono arrivato il primo giorno e ora parliamo sempre”.

Il laterale ammette che “giocare la Serie A è sempre emozionante, è un campionato molto competitivo e intenso, si affrontano squadre piene di campioni e giocatori di livello mondiale. Questo mi porterà a migliorare”. Le ambizioni individuali si mescolano con quelle della squadra, il cui diktat è “pensare partita dopo partita. Se ci si concentra troppo sul futuro non si vede la gara che si ha davanti. Il mio obiettivo personale è continuare a crescere per arrivare al livello della Nazionale portoghese”. Per farlo, la ricetta è una, e fa ben sperare anche “i tifosi, che si aspettano di vederci lavorare e correre per questa maglia. Voglio portare loro tanta allegria”.