Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Udinese, la rabbia di Marino: "Sono inferocito, i rigorini non devono interessare al VAR"

Udinese, la rabbia di Marino: "Sono inferocito, i rigorini non devono interessare al VAR"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 13 agosto 2022, 20:53Serie A
di Antonino Sergi

Pierpaolo Marino, direttore dell'area tecnica dell'Udinese, ha parlato ai microfoni di DAZN dopo la sconfitta di San Siro contro il Milan. "Più che arrabbiato sono inferocito, in realtà ho fatto tanti anni di calcio soffrendo con squadre medio piccole ma oggi ancora vedo che ci sono delle linee guida che poi vanno disattese. L'intervento di Mazzoleni al VAR è stato fuori logica, non c'era niente di dubbio. I rigorini non devono interessare al VAR, è un episodio che cambia la partita. Queste decisioni hanno fatto prendere una piega diversa alla partita dopo la nostra grande partenza, spero veramente ci siano dei chiarimenti adeguati. I giocatori poi cosa devono dire in campo? Io non capisco Mazzoleni cosa avesse da intervenire. Lasciamolo decidere al VAR allora tutti gli episodi, io non capisco. In questo caso il VAR non aiuta ma disturba l'arbitro, l'Udinese senza il nervosismo generato da quella decisione ha cambiato la partita".

Dovete fare qualcosa sul mercato?
"Il telefono squilla ma a volte disturba anche, i nostri giocatori sono richiesti ed apprezzati e spero che il telefono non squilli. Fare tante partite con il mercato aperto disturba moltissimo. Non voglio parlare di mercato perché l'episodio di oggi ci lascia sbigottiti".