Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Verona-Napoli si stappa nel quarto d'ora finale: 2-1 per i campani al 45', Osimhen firma il sorpasso

Verona-Napoli si stappa nel quarto d'ora finale: 2-1 per i campani al 45', Osimhen firma il sorpassoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 15 agosto 2022, 19:20Serie A
di Luca Chiarini

Il Napoli chiude in vantaggio la prima frazione del Bentegodi contro il Verona. Dopo l'iniziale monologo azzurro, la gara si è stappata nel quarto d'ora finale: a sbloccare il match è stato Kevin Lasagna, a segno con il piattone sugli sviluppi di un corner. Il pareggio porta invece la firma di Kvaratskhelia, che ha siglato il suo primo gol italiano con un gran terzo tempo. Nel secondo minuto di recupero, quando le squadre sembravano ormai pronte a rientrare negli spogliatoi, ci ha pensato il solito Victor Osimhen a firmare il sorpasso.

Le scelte dei due allenatori: doppio esordio nel Napoli
Il ballottaggio nella difesa veneta lo vince Bruno Amione, deputato a far le veci dello squalificato (e infortunato) Ceccherini sul centro sinistra. Barak s'accomoda ancora in panchina: tocca a Tameze e Ilic fare da scudieri a Hongla, alle spalle del tandem Henry-Lasagna. In casa azzurra c'è il debutto ufficiale dei nuovi acquisti Kim e Kvaratskhelia: in attesa di Simeone, non convocato da Spalletti, il riferimento unico in attacco è Victor Osimhen.

Lozano subito caustico, Osimhen spreca
Il tema tattico è quello preventivato: il Napoli domina il palleggio, l'Hellas attira a sé la fitta ragnatela di passaggi dei campani e prova a graffiare in contropiede. La squadra di Spalletti produce la prima occasione dopo 11', con una discesa sulla fascia di Lozano che svernicia Amione e apparecchia per Osimhen, il quale spreca malamente il rigore in movimento consegnatogli dal messicano. A rafforzare il concetto, di lì a poco, è Zielinski, che impegna per la prima volta Montipò con una conclusione dalla trequarti.

Kvaratskhelia suona la carica
Il palleggio dei campani è avvolgente, ma a grande sorpresa è l'Hellas a sbloccare il punteggio: sugli sviluppi di un corner Gunter svetta più in alto di tutti e pesca sul secondo palo Lasagna, che con il piattone confeziona il suo secondo centro stagionale e porta in vantaggio i veneti. La reazione del Napoli è immediata: Kvaratskhelia sale in cattedra e scalda nuovamente i guanti di un attento Montipò, che si rifugia in angolo.

Uno-due terribile del Napoli
Di lì a poco Anguissa coglie il palo di testa sugli sviluppi di un piazzato. È l'anticamera del pareggio, che si materializza dopo pochi secondi: Lozano elude per l'ennesima volta la copertura scricchiolante di Amione e dipinge un gran cross verso il centro dell'area, dove Kvaratskhelia sovrasta di testa Faraoni e fa 1-1 con un bel terzo tempo. Primo gol in A per il georgiano, che rimette tutto in equilibrio a ridosso dell'intervallo. La frazione si chiude nel peggiore dei modi per il Verona, sorpassato nel secondo minuto di recupero da Osimhen, a segno con una dinamica molto simile a quella che aveva condotto al timbro di Lasagna.