Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

26 novembre 2002, il Milan trionfa in un San Siro stracolmo: Sheva stende il Real dei fuoriclasse

26 novembre 2002, il Milan trionfa in un San Siro stracolmo: Sheva stende il Real dei fuoriclasseTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
domenica 26 novembre 2023, 05:00Accadde Oggi...
di Alessio Del Lungo

Ventuno anni fa iniziò il cammino nella seconda fase a gironi di Champions League del Milan che si laureerà poi campione d'Europa battendo in finale ai calci di rigore per 3-2 la Juventus a Manchester. I rossoneri, inseriti nel Girone C insieme a Real Madrid, Borussia Dortmund e Lokomotiv Mosca, esordirono a San Siro contro i Blancos di Zidane, Raul e Figo. Una partita tra due corazzate, due squadre piene zeppe di fuoriclasse: Rui Costa, Rivaldo e Shevchenko da una parte, i tre sopracitati dall'altra. Ma non è tutto perché agli ordini di Ancelotti e Del Bosque c'erano anche Maldini, Costacurta, Seedorf, Casillas, Roberto Carlos. Chi più ne ha più ne metta.

Davanti ad un San Siro stracolmo, con 75.400 spettatori, il Diavolo trionfò 1-0 grazie ad una prestazione superlativa. Il primo pericolo alla porta degli spagnoli lo portò Seedorf che entrò in area dopo aver fintato un tiro di mancino e con il destro obbligò Casillas a rifugiarsi in corner. Poi fu la volta di Shevchenko, che approfittò di un cross di Gattuso per mostrare a tutta Europa la sua abilità nello stoppare una palla alta e la scaltrezza nel calciare verso la porta: fuori di non molto. I Blancos non starono a guardare e Morientes in contropiede, a tu per tu con Dida da posizione defilata, lo obbligò al gran riflesso.

Al minuto 40 cambiò il match: suggerimento verticale di Rui Costa, che pescò sulla destra Shevchenko, che nel frattempo si "infilò" tra le maglie della difesa del Real Madrid. L'ucraino non sbagliò il primo controllo e davanti a Casillas incrociò il tiro, restando freddo e mettendo dentro l'1-0, che fu anche il risultato finale. Il resto della partita fu accademia e divertimento: da menzionare un destro a giro di Rui Costa da posizione decentrata a sinistra, salvato da un super Casillas, e un mancino strozzato da dentro l'area di Kaladze. Dopo ci fu tempo solo per l'apoteosi dello stadio, la festa del popolo rossonero. In pochi però sapevano che era solo l'inizio di un percorso che resterà nei libri di "storia calcistica". Di seguito le formazioni dell'incontro:

Milan (4-3-2-1): Dida; Simic (dal 45' s.t. Chamot), Costacurta, Maldini, Kaladze; Gattuso, Seedorf, Ambrosini; Rui Costa (dal 31' s.t. Serginho), Rivaldo; Shevchenko (dal 37' s.t. Tomasson). Allenatore: Ancelotti.

Real Madrid (4-2-1-3): Casillas; Salgado, Pavon, Helguera, Roberto Carlos; Cambiasso (dal 30' s.t. Solari), Celades; Zidane; Figo, Morientes (dal 15' s.t. Portillo), Raul. Allenatore: Del Bosque.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile