Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Scamacca al PSG non è certo un male per l'Italia ma un'altra occasione persa per i club di A

Scamacca al PSG non è certo un male per l'Italia ma un'altra occasione persa per i club di ATUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 5 luglio 2022, 14:23Il corsivo
di Marco Conterio

Il fatto che Gianluca Scamacca sia pronto a lasciare il calcio italiano per andare al Paris Saint-Germain, qualora i parigini e il Sassuolo dovessero raggiungere un punto d'accordo, non è certo un male per l'Italia. Nel 2022, giocare fuori dai confini è pratica comune in tutto il mondo e solo nella nostra mentalità sembra una diminutio. Invece un'esperienza all'estero, come è stata nel caso del giovane Scamacca, permette ai giocatori d'arricchire il proprio bagaglio tecnico e tattico. Di confrontarsi con spogliatoi diversi, con leghe differenti, di giocare con campioni straordinari (nel suo caso potrebbe condividere il ruolo con Lionel Messi e con Kylian Mbappé, per non dire Neymar). Per questo il suo possibile e probabile sbarco a Parigi (35 l'ultima offerta aumentabile a 40 con bonus, 50 la richiesta) sarebbe solo un bene anche per Roberto Mancini e per l'Italia, considerato poi che al PSG giocano anche Gianluigi Donnarumma e Marco Verratti.

La sconfitta non è del calcio italiano ma è un altro segnale per i club italiani. Certo, al momento le grandi hanno i reparti sistemati: l'Inter ha ripreso Romelu Lukaku, la Juventus ha preso Dusan Vlahovic. Il Napoli rischia di dover fare a meno di Victor Osimhen se il Bayern Monaco vorrà davvero fare un'offerta irrinunciabile. Per Scamacca rischia poi d'essere in ritardo mentre il Milan gli ha preferito Divock Origi a zero e pure la conferma di due senatori come Olivier Giroud e quella prossima di Zlatan Ibrahimovic. Il 9 dell'Italia giocherà all'estero ma con un po' di programmazione in più, con la convinzione che Scamacca avrebbe potuto essere l'uomo giusto per guidare il reparto avanzato, una stagione fa sarebbe stato possibile prenderlo a cifre diverse ma con ugual prospettiva. Un peccato, se Parigi sarà. Ma non certo per l'Italia.