Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Poliziotti qatarioti sequestrano una bandiera brasiliana pensando che fosse LGBTQ+

Poliziotti qatarioti sequestrano una bandiera brasiliana pensando che fosse LGBTQ+
giovedì 24 novembre 2022, 16:42Qatar 2022
di Pietro Lazzerini

Che la questione dei diritti della comunità LGBTQ+ sia di difficile gestione da parte delle autorita qatariote nel corso del Mondiale è ormai evidente e due giorni fa c'è stato l'ennesimo episodio che ha per certi versi dell'incredibile. Fuori dal Lusail Stadium di Doha, dopo la vittoria dell'Arabia Saudita contro l'Argentina, alcuni poliziotti hanno fermato due ragazzi brasiliani che avevano esposto la bandiera dello stato del Pernambuco. Una bandiera su cui viene raffigurato una sorta di arcobaleno, immagine che ha creato un grave equivoco e che spiega bene quale sia il clima intorno alla Coppa del Mondo. I due poliziotti hanno sequestrato la bandiera gettandola a terra e calpestandola pensando che fosse riferibile proprio ai diritti della comunità LGBTQ+, sequestrando poi anche il telefono del giornalista brasiliano Victor Pereira che era uno dei due ragazzi fermati. Il telefono è stato restituito al suo proprietario solo dopo la cancellazione di un video che avrebbe incriminato le forze dell'ordine. In realtà il giornalista è comunque riuscito a registrare alcune immagini che hanno fatto il giro del mondo. "Sto tremando - afferma il giornalista in un altro video dove spiega l'accaduto - perché sono stato aggredito da alcuni funzionari del Qatar e da alcuni agenti di polizia. Si sono avvicinati alle donne pensando che la nostra bandiera fosse LGBT ma in realtà è solo la bandiera del Pernambuco. Mi hanno reso il telefono solo dopo cancellato il video che avevo girato". In seguito alcuni funzionari si sono scusati per "l'incidente" e hanno invitato i brasiliani a denunciare l'accaduto. L'accaduto è stato segnalato anche alla FIFA. A riportarlo è il Sun.