Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Cagliari, tutto tace sul fronte allenatore. Ma le altre si muovono

Cagliari, tutto tace sul fronte allenatore. Ma le altre si muovonoTUTTO mercato WEB
mercoledì 5 giugno 2024, 06:45Serie A
di Giancarlo Cornacchia

Sono passati già dieci giorni dal giorno in cui Claudio Ranieri ha annunciato il suo addio alla panchina del calcio e, forse, del calcio in generale. La missione della società rossoblù è al limite dell'impossibile, ovvero quella di sostituire il tecnico che ha plasmato una rosa non solo sotto l'aspetto tecnico e tattico, ma, soprattutto, mentale.

PRIMI NOMI. Fin da subito sono apparsi i nomi di Juric, Dionisi e Baroni, a cui si sono susseguiti quelli di Lucescu jr., Vanoli, Nicola, fino alla suggestione rappresentata da Sarri  Il tempo intanto passa e la società rossoblù non ha ancora compiuto passi concreti. Si vorrebbe effettuare la scelta con calma, ma in questi ultimi due giorni le altre società stanno chiudendo con le rispettive scelte, ed il rischio è quello di rimanere con il cosiddetto "cerino in mano", e di doversi accontentare di quel che rimarrà sulla piazza. Dionisi pare diretto verso Palermo, Baroni verso il Monza, Vanoli a Torino. Il figlio d'arte rumeno piace al presidente Giulini, meno al direttore sportivo, Bonato. Juric potrebbe rivelarsi una scelta importante (tra l'altro vecchio pallino dello stesso presidente rossoblù), ma l'alto ingaggio potrebbe rappresentare un ostacolo. Senza allenatore non si potrebbe studiare la strategia di mercato: ecco perchè il tutto suggerisce di agire prontamente, e nel più breve tempo possibile. 

SUGGESTIONE SARRISMO. Il tecnico ex Lazio ha rifiutato una ricca proposta proveniente dal Panathinaikos, un triennale davvero niente male da 4,5 milioni a stagione per tre anni. Al momento non paiono esserci grosse possibilità all'orizzonte, il che potrebbe suggerire al tecnico di misurarsi con una realtà meno blasonata, e puntare ad un pronto rilancio. Ma anche in questo caso un ingaggio davvero esoso, nonchè particolare ed altrettanto esose strategie di mercato, rappresentano ostacoli di non poco conto in seno alla società rossoblù.

ANTENNE PUNTATE IN CASA LAZIO? La non più salda posizione di Igor Tudor sulla panchina biancoceleste potrebbe suscitare l'interesse del presidente Giulini, che vorrebbe puntare su un tecnico giovane e che abbia la capacità di lavorare con altrettanti elementi giovani. Con gli addii di Ranieri, Nandez e Petagna, il monte ingaggi si ridurrà notevolmente, ed un investimento a tal fine potrebbe essere fatto. In questo effetto domino impazzito nulla + da escludere.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile