Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

"Ci ha pensato una notte, poi non è andato". Vagnati racconta tutti dettagli su Buongiorno

"Ci ha pensato una notte, poi non è andato". Vagnati racconta tutti dettagli su BuongiornoTUTTO mercato WEB
giovedì 21 settembre 2023, 16:38Serie A
di Tommaso Bonan

Come mai siete stati sul punto di vendere Buongiorno? Una domanda a cui ha risposto lo stesso ds del Torino, Davide Vagnati, in occasione della conferenza stampa odierna di presentezione del neo arrivato Saba Sazonov: "Non è una questione di ratio... C'è stata una richiesta di un club, più volte ci hanno chiesto questa opportunità, e noi abbiamo chiesto ad Alessandro cosa volesse fare - ha sottolineato Vagnati in merito a quanto successo nelle ultimissime ore di mercato -. Lui ha detto di pensarci una notte, ci ha pensato una notte e non è andato. E' una cosa bella, il presidente non ha fatto nessun tipo di forzatura: il ragazzo ha ragionato, era giusto che fosse a conoscenza della proposta, e basta".

Per Buongiorno c'era una proposta importante...
"Abbiamo la fortuna di avere un presidente che non ha fatto cambi di strategie, ma abbiamo proseguito nelle nostre idee. Erano cifre importanti, ma in maniera chiara ho spiegato cos'è successo: Alessandro ha deciso di restare e siamo contenti".

L'anno scorso vi è mancata malizia: è per questo che avete alzato un po' l'età media?
"Lazaro ieri ha detto che essere in prestito ti toglie qualcosa...Alla lunga è una cosa che può influire: più hai giocatori di proprietà del club, più è importante e diventa un valore aggiunto. Siamo comunque una squadra abbastanza giovane".

Quindi per voi Buongiorno era cedibile?
"Queste valutazioni vengono fatte in due...Il ragazzo è granata dentro, è cresciuto qui e sente anche una responsabilità diversa. Bisognava mettere tutti al corrente della situazione e scegliere la strada giusta: evidentemente era quella di rimanere. Non c'è stato nessun tipo di attrito da nessuna parte. Quando c'è chiarezza, le cose vanno avanti per il meglio. Anche oggi Buongiorno era sorridente. Abbiamo fatto tutti i passaggi che dovevamo fare e adesso siamo tutti felici".

La situazione di Buongiorno è capitata nel finale di mercato: a quel punto, se avesse deciso di andare via, cosa sarebbe successo?
"E' un problema che abbiamo noi che facciamo questo lavoro. Il mercato è troppo lungo: pensare di giocare con il mercato aperto e negli ultimi giorni possono esserci richieste per giocatori importanti...E' un tema delicato, che mette in difficoltà società e allenatori. Non è semplice allenare giocatori che vanno in campo quasi con il telefono e aspettano novità sul loro futuro. Sui sostituti di Buongiorno: noi cerchiamo il più possibile giocatori prendibili, dobbiamo essere sempre pronti e preparati alle eventualità. Ma ripeto, è andata bene così con Buongiorno".

Leggi qui la conferenza stampa integrale di Davide Vagnati

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile