Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Dall'estero alla Serie A - Marcos Antonio, col brasiliano la Lazio inizia la rivoluzione

Dall'estero alla Serie A - Marcos Antonio, col brasiliano la Lazio inizia la rivoluzione
© foto di Federico Titone/BernabeuDigital.com
mercoledì 22 giugno 2022, 15:30Serie A
di Gaetano Mocciaro

La Lazio smuove il mercato con l'arrivo di Marcos Antonio dallo Shakhtar. La rivoluzione in casa biancoceleste parte dal 22enne brasiliano.

LA CARRIERA - Nato a Poções, nello Stato di Bahia, appena 18enne si è trasferito in Portogallo ed è nel Vecchio Continente che si è formato. Da febbraio 2019 ha rinfoltito la colonia brasiliana dello Shakhtar. Non sempre titolare con Luis Castro, anche De Zerbi lo ha spesso impiegato a partita in corso. Campione sudamericano col Brasile con la selezione Under 17, vanta 11 presenze con l'Under 20 e 2 partite conl'Under 23.

LE CARATTERISTICHE TECNICHE - Baricentro basso (166cm), è un regista naturale che può essere impiegato in mediana nel 4-2-3-1 o come mezzala nel 4-3-3. Non sono mancati i paragoni per rendere l'idea sulle sue qualità: quello con Ramires, per restare tra connazionali. Anche se sotto il profilo realizzativo l'ex Chelsea era più prolifico. La tecnica e l'abilità nello stretto portano anche all'accostamento con Verratti. Alla Lazio è chiamato per raccogliere il testimone di Lucas Leiva.

DICONO DI LUI - Marco Parolo ai nostri microfoni lo decrive così: "Marcos Antonio è un giocatore interessante e giovane, che si sposa con le caratteristiche di Sarri. Il fatto che sia arrivato subito è una mossa importante. Sono curioso di vedere come si adatterà al calcio italiano. Penso che sia stato preso per fare il play e per impostare il gioco, ma il ritiro ci dirà qualcosa in più".