Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Di Canio: "Curioso di vedere Conte. Per Motta è difficile, Inzaghi deve fare il salto"

Di Canio: "Curioso di vedere Conte. Per Motta è difficile, Inzaghi deve fare il salto"TUTTO mercato WEB
© foto di Image Sport
giovedì 20 giugno 2024, 15:08Serie A
di Paolo Lora Lamia

Paolo Di Canio, in un'intervista a Il Messaggero, ha parlato della prossima Serie A soffermandosi in particolare su alcuni allenatori.

Nel nostro campionato rientra Conte.
"Sono curioso da morire perché voglio vedere come si ambienterà a Napoli, una città meravigliosa in cui sei sotto pressione e sotto l’attenzione della gente ventiquattro ore al giorno. Non come a Torino e a Milano dove Antonio riusciva a staccare la spina dopo il lavoro sul campo".

E poi c’è la variabile De Laurentiis.
"Ecco: riconoscerò il vero Conte se impedirà al suo presidente di entrare negli spogliatoi, se non ci riuscirà tutto diventerà più difficile e vorrà dire che anche Antonio è cambiato".

Non ci sarà più Mourinho.
"E’ già diventato un ultrà del Fenerbahce, doppia sciarpa al collo e via, alla raccolta dei suoi nuovi tifosi. E’ un uomo che ha bisogno delle attenzioni della gente, diverso da quello che vinceva tutto fino al 2017, quando è iniziato il suo cambiamento. Ha collezionato licenzia- menti e la Roma con De Rossi si è messa a giocare a pallone".

Daniele promosso, dunque.
"Sì, ma ora ci vuole la conferma e come la Lazio anche il club giallorosso non mi sembra che sia in grado di costruire una squadra da primi quattro posti. Ha fallito la Champions di poco e non ci sarà più Lukaku".

La Juve ha salutato Allegri e assunto Motta.
"E io dico che per Thiago sarà difficilissimo fare meglio di Max, anzi sarei sorpreso se ci riuscisse. Dovrà lottare per lo scudetto e fare strada in Champions: ci avevano già provato con Sarri, a puntare sul gioco, ma i veterani lo avevano scaricato. Alla Juve si pensa solo a vincere. Potevi mai dire a Ronaldo cosa doveva fare? Per Motta sarà dura, vedrete, anche se Giuntoli potrà aiutarlo".

Chiudiamo con il suo amico Inzaghi.
"Simone è bravo, non ha fuoriclasse, ma vince il campionato. Ora faccia il salto di qualità: deve competere sia in Champions che in serie A,
non continuare con la solita altalena, o una o l’altra".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile