Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

I cinque punti di Ibrahimovic: il 'suo' Milan è iniziato così

I cinque punti di Ibrahimovic: il 'suo' Milan è iniziato cosìTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 14 giugno 2024, 07:30Serie A
di Antonello Gioia

La stagione 2024-2025 del Milan è ufficialmente iniziata. Ieri il calcio d'inizio, non sul campo, ma nelle dichiarazioni: ha parlato, infatti, Ztatan Ibrahimovic, Senior Advisor di RedBird per l'AC Milan, presente a Milanello assieme a tutto il resto della dirigenza rossonera e a una settantina di giornalisti invitati alla conferenza stampa.

I discorsi dello svedese si possono riassumere in cinque vie, paragonabili alle famose cinque vie di Milano, comprese nel quartiere più antico della città, che si incrociano formando una sorta di stella in un’area ricca di monumenti, fra resti imperiali, palazzi, musei e chiese: sono Via del Bollo, Via Santa Marta, Via Santa Maria Podone, Via Santa Maria Fulcorina e Via Bocchetto.

1. RUOLO DI IBRAHIMOVIC
Ibrahimovic ha voluto precisare di non essere un dipendente del Milan, ma un uomo della proprietà con responsabilità nel Milan; nel Club rossonero ha, sostanzialmente, parola su tutto (Prima Squadra, Casa Milan, settore giovanile, U23), in collaborazione con Furlani, Moncada e D'Ottavio; ha un grande potere decisionale, fermo restando che le decisioni sono state, sono e saranno collettive.

2. IL NUOVO ALLENATORE
Il nuovo allenatore del Milan - e lo ha annunciato lo stesso Ibra prima del comunicato ufficiale - sarà Paulo Fonseca: "Abbiamo studiato bene, abbiamo messo i criteri su cosa cerchiamo e cosa vogliamo. Lo abbiamo scelto per portare la sua identità nei giocatori che abbiamo, per come vogliamo che giochi la squadra, con un gioco dominante e offensivo; vogliamo portare qualcosa di nuovo ai giocatori, vogliamo portare qualcosa di nuovo anche a San Siro. Per noi Fonseca è il tecnico top, altrimenti non sarebbe l'allenatore del Milan. Ai tifosi posso dire che arriva un calcio nuovo, sempre con rispetto per Pioli; arriva un calcio dominante, offensivo, con equilibrio difensivo". Poi la spiegazione su Antonio Conte, mai nella lista della dirigenza per la panchina: "Nel Milan c'è un allenatore, non un manager. Con Conte non abbiamo discusso perché i criteri che abbiamo messo noi, con tutto il rispetto per lui, non c'era in lui quello che cercavamo"..

3. ZIRKZEE
Non è un segreto: il Milan deve comprare un nuovo attaccante. E il primo nome sulla lista è quello di Zirkzee: "È forte, non è un segreto, ha potenzialità e ha fatto una grande stagione. Ciò che gira è realtà". Ciò che gira è che il Milan vuole pagare la clausola da 40 milioni di euro, ha l'accordo con il calciatore, ma non pagherà i 15 milioni di euro richiesti da Kia per la commissione; di meno sì (la metà, probabilmente), così tanti no. Non si fa beneficenza.

4. VINCERE SMART
Si dice spesso che questa proprietà non abbia ambizioni, ma non è assolutamente così. "Obiettivo - ha detto Ibrahimovic - è vincere. Ogni cosa che facciamo è per vincere trofei facendo una squadra competitiva. Garanzie non ce ne sono, ma ciò che stiamo facendo è per arrivare agli obiettivi che ci siamo proposti secondo la strategia che abbiamo: intelligenza e smart. Non siamo qui per mostrare i muscoli facendo vedere che possiamo spendere più di tutti, perché non è così la realtà".

5. I BIG RESTANO
Restano: "Nelle loro situazioni - ha detto Ibra - tutto è possibile. Da quando c'è Red Bird, possiamo fare questi discorsi senza andare in difficoltà economicamente. Non vogliamo andare in negativo. Grazie a questo lavoro, abbiamo la possibilità di fare tante cose che sono importanti. Theo e Maignan sono contenti qua, hanno già scritto la storia e devono continuare a farla".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile