Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Il mercato della Juventus si muove: da Acerbi a Pogba e Di Maria, il punto reparto per reparto

Il mercato della Juventus si muove: da Acerbi a Pogba e Di Maria, il punto reparto per repartoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 19 maggio 2022, 15:51Serie A
di Simone Bernabei

Il campionato non è ancora terminato e all'apertura ufficiale del mercato manca oltre un mese, ma la Juventus ha già avviato le grandi manovre in vista della mezza rivoluzione del prossimo anno. La politica degli investimenti sui giovani e del contenimento del monte ingaggi è stata accettata da Allegri, anche se nelle ultime settimane qualcosa è cambiato nelle valutazioni e negli indirizzi presi all'interno della sala dei bottoni della Continassa.

Il punto sulla difesa
La base di partenza è l'addio di Giorgio Chiellini, oramai sempre più orientato verso l'avventura in MLS. Lo scambio con la Lazio che porterebbe nella capitale Daniele Rugani e a Torino Francesco Acerbi è possibilità emersa nelle ultime ore, la quadra definitiva non c'è ancora ma le possibilità di fumata bianca sono alte. Quello di Acerbi, però, non sarà nel caso l'unico colpo in difesa: il viaggio a Londra di Federico Cherubini è servito anche per prendere informazioni più precise su Gabriel Magalhaes dell'Arsenal, con i Gunners che potrebbero tornare alla carica per Arthur dopo i tentativi di gennaio. Il piano B? Nikola Milenkovic della Fiorentina continua ad essere profilo gradito. Quindi il capitolo Matthis de Ligt: l'incontro con l'avvocato Pimenta dei giorni scorsi è servito per portare avanti la questione rinnovo, verosimilmente fino al 2026 con abbassamento della clausola da 120 milioni.

Il sogno Pogba e l'alto investimento per Milinkovic-Savic
I nomi sono sempre quelli. Paul Pogba è passato da sogno a obiettivo concreto, fermo restando il vantaggio acquisito nelle scorse settimane dal PSG non fosse altro per una questione economica. I transalpini possono offrire di più in termini di ingaggio, ma la volontà del Polpo di tornare a Torino potrebbe fare la differenza. La Juventus valuta pro e contro e sembra pronta ad avanzare la propria offerta. Parallelamente resta vivo il nome, comunque alternativo, di Sergej Milinkovi-Savic: il serbo spinge per la maglia bianconera ma Lotito non fa sconti, i costi a livello di cartellino sarebbero ovviamente più elevati rispetto al francese che arriverebbe a zero. In uscita, oltre ad Arthur, occhio al nome di Weston McKennie: il texano ha mercato in Premier e potrebbe portare una gustosa plusvalenza in cassa.

L'attacco resta da decifrare
Se su Ivan Perisic non sono ancora da registrare passi in avanti, in attesa dell'incontro del croato con l'Inter, quello di Angel Di Maria sembra nome sempre più caldo. Anche qui valutazioni in corso, l'idea della Juventus sarebbe quella di offrire un annuale più opzione a cifre vicine ai 7 milioni netti. Il Fideo andrebbe a prendere, gerarchicamente, il posto di Paulo Dybala. Il resto è circondato da punti interrogativi, in attesa di capire cosa sarà del domani di Federico Bernardeschi, Moise Kean e soprattutto Alvaro Morata.