Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il Napoli accarezza gli ottavi, ma uno spietato Real lo riporta sulla terra: 4-2 e festa rimandata

Il Napoli accarezza gli ottavi, ma uno spietato Real lo riporta sulla terra: 4-2 e festa rimandataTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 29 novembre 2023, 23:00Serie A
di Giacomo Iacobellis

Un Napoli coraggioso, ma non abbastanza costante all'interno dei due tempi al Bernabéu è costretto a rimandare la qualificazione alle fasi finali di Champions League all'85'. Dopo il 2-2 firmato da Simeone-Anguissa da una parte e Rodrygo-Bellingham dall'altra, il neo-entrato Nico Paz ha rovinato infatti la festa a mister Mazzarri con un gran gol dalla distanza (male Meret nell'occasione) e Joselu ha rincarato eccessivamente la dose segnando il definitivo 4-2 a favore del Real Madrid in pieno recupero. Un vero peccato per gli azzurri, che avevano interpretato bene la gara contro un avversario in grado di far loro male però quasi a ogni sua sortita offensiva.

Simeone illude gli azzurri, poi la rimonta merengue
Partenza poco entusiasmante al Bernabéu, dove la gara fra Real Madrid e Napoli valida per la penultima giornata della fase a gruppi di Champions non si apre certo con ritmi arrembanti. La truppa di Mazzarri prende però progressivamente coraggio e al 9' la sblocca con la sorpresa di formazione Simeone, schierato dal 1' al posto di Osimhen. Kvaratskhelia sventaglia sul secondo palo, arriva Di Lorenzo che di prima intenzione mette al centro per il Cholito e il suo tap-in vincente, con Lunin che la prende ma solo dietro alla linea della porta. Gli ospiti non hanno neanche il tempo di festeggiare che il Real trova subito il pari: Lobotka perde palla a centrocampo e il Real Madrid riparte a gran velocità. Brahim Diaz lascia la palla a Rodrygo, che si sposta la sfera sul destro dal limite dell'area ed esplode un tiro che si insacca all'incrocio, davvero imprendibile per Meret, al minuto 11. Da qui in poi i blancos danno l'impressione di poter far male al Napoli ogni volta che accelerano, come al 22' quando Alaba riceve, dà uno sguardo al movimento di Bellingham alle spalle di Natan e lo premia con una scucchiaiata precisissima. Di testa in area il centrocampista inglese spinge in fondo al sacco il 2-1 ed è proprio qui che finiscono le emozioni reali del primo tempo, nonostante il forcing dei partenopei nel finale e un tentativo di Zielinski nel recupero.

Anguissa firma il pari, ma Nico Paz rovina la festa azzurra nel finale. E Joselu rincara la dose
Primo cambio per il Napoli, che al 46' sostituisce Simeone con Osimhen. Sembra esserci una svolta, perché Anguissa riesce subito a ripristinare l'equilibrio con la caparbietà di un veterano. È il 47' e ancora capitan Di Lorenzo scucchiaia in area per il centrocampista ex Villarreal, che prima tenta il cross, ribattuto da Ceballos, e poi si ritrova la palla sul destro facendo esplodere una conclusione potentissima che non dà scampo a Lunin. La squadra di Ancelotti, nonostante le assenze e la qualificazione da prima forza del Gruppo C già in pugno, si riversa tuttavia nell'area del Napoli con la personalità e la qualità di una big mondiale. Dalle parti di Meret inizia così una serie di occasioni che vede prima Joselu sprecare a porta vuota al 63', poi il portiere partenopeo dire no con un buon intervento a un'incornata di Rudiger al 77' e ancora una rovesciata di Joselu finita fuori di poco al 78'. Tutto questo fino al gol del 3-2 merengue ormai nell'aria: al minuto 85 il 19enne appena entrato Nico Paz supera Cajuste con una giravolta e calcia dalla lunga distanza col mancino. Palla all'angolino, Meret si distende ma si fa piegare le mani. Festa malamente rovinata dunque per la compagine di Mazzarri, che al 94' prende anche un troppo severo 4-2 a opera di Joselu (chi la dura la vince...) e che soprattutto adesso dovrà giocarsi l'accesso alle fasi finali del torneo col Braga martedì 12 dicembre, forte comunque di tre punti di vantaggio in classifica.

Rivivi qui il live di TMW di Real Madrid-Napoli!

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile