Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Lazio, Luis Alberto firma la tregua. Ma con il Bologna Basic spera nell’occasione

Lazio, Luis Alberto firma la tregua. Ma con il Bologna Basic spera nell’occasioneTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Insidefoto/Image Sport
sabato 13 agosto 2022, 08:30Serie A
di Riccardo Caponetti

Con Luis Alberto che ha appena firmato la tregua e Vecino ancora alla ricerca della miglior condizione possibile, domenica con il Bologna a centrocampo dovrebbe toccare a Basic. Dopo un ottimo ritiro di Auronzo, in cui è stato uno dei migliori, Sarri l’ha schierato in tutte le ultime 3 amichevoli da titolare, ma il croato non ha brillato: un paio di lampi a Valladolid e poco altro. Anche se a sua difesa, come attenuante, va detto che tutta la Lazio era ancora imballata e non ha entusiasmato.

Basic è in vantaggio su Vecino e Luis Alberto, anche se Sarri ancora non ha effettuato vere e proprie prove tattiche. Ieri da una parte c’era Cataldi con Milinkovic e Luis Alberto, dall’altra Vecino, Marcos Antonio e appunto Basic. Carte mischiate? Possibile. L’allenamento odierno forse chiarirà più la situazione a centrocampo. Intanto, rispetto a una settimana fa, è più solida la posizione di Luis Alberto, che aveva provato invano a forzare la mano per andare al Siviglia. Per un paio di giorni è stato anche considerato come un fuori rosa, poi da martedì è tornato a lavorare con il gruppo, ha parlato con Sarri e si è rimesso sotto per riguadagnarsi il posto. L’anno scorso all’esordio a Empoli andò in panchina per la mancata risposta alla convocazione per il raduno, possibile che a Formello usino ancora il pugno duro anche domani. Ma la firma della tregua è comunque un ottimo segnale per i tifosi: una rottura tra il club e il giocatore non avrebbe portato chissà quali benefici.