Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Le pagelle dell'Atalanta - Demiral è l'incubo di Immobile, Miranchuk croce e delizia

Le pagelle dell'Atalanta - Demiral è l'incubo di Immobile, Miranchuk croce e delizia
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 22 gennaio 2022, 22:45Serie A
di Patrick Iannarelli

Musso sv - Praticamente inoperoso per tutto il primo tempo, immobile sul palo di Zaccagni. Per il resto controlla senza troppi patemi, soprattutto in presa alta. Esce senza voto. E senza gol subiti.

Djimsiti 6 - Qualche svarione non è mancato, ma nel complesso porta a casa una prestazione sufficiente. Sbaglia sull’occasione di Zaccagni, il legno però lo salva.

Demiral 7,5 - Alla prima scivolata su Felipe Anderson si gasa, da quel momento in poi sovrasta Immobile e non perde un contrasto. Serviva una prova da leoni in una serata complicata, diventa l'incubo del numero 17 biancoceleste.

Palomino 7 - Mezzo voto in meno rispetto al collega di reparto per qualche indecisione in più, ma anche la prova dell’argentino rasenta la perfezione. Doveva essere goleada, almeno sulla carta e con 7 assenti. Ribalta il pronostico blindando tutto.

Zappacosta 6 - Fa un po’ fatica sulla corsia di competenza, ma bada più alla sostanza che alla forma. Prova a sfondare, ma non gli lasciano campo.

Freuler 6,5 - Pulisce un quantitativo indefinito di palloni, tra le linee è decisivo in entrambe le fasi. Cala col passare dei minuti, ma la prestazione rispecchia la fascia che porta al braccio.

Scalvini 6,5 - In piena emergenza risponde presente, non gli tremano nemmeno le gambe. A uomo su Milinkovic-Savic, si francobolla sul serbo e non lo lascia praticamente più. Tanta personalità e pure parecchia resa. Dal 61’ Maehle 6 - Non dà quel cambio di passo richiesto, si mette sulla sinistra e prova a limitare come può Felipe Anderson.

Pezzella 6,5 - Eccessi di fiducia a parte, ci mette la solita generosità. Un paio di chiusure decisive, la crescita intravista nelle ultime gare prosegue senza sosta. Come la sua falcata. Nel finale fa anche la punta.

Pessina 6,5 - Prima si inserisce, poi si abbassa e va a costruire cercando di legare i reparti. Non si inserisce come al solito, ma la prova è di grande personalità. Dall'84' Sidibe sv.

Miranchuk 6 - Si accende in un attimo, il tiro a giro è l’unica vera occasione da gol creata dall’Atalanta. Lampi di classe, ma la luce è troppo intermittente. Dal 71’ Toloi 6 - Ha 20’ di gioco sulle gambe, si mette a disposizione e spende un giallo vitale per far rifiatare i suoi.

Piccoli 6 - Lotta, scalcia, combatte, si muove come può tra le maglie dei biancazzurri. Viene servito poco, ma fa reparto. Dall’84’ De Nipoti sv.

Gian Piero Gasperini 7 - Le scelte erano ridotte all’osso, ha disegnato una squadra coraggiosa e paziente, che ha tenuto bene il campo nonostante tutto. Prestazione di livello e carattere, fa bene a ridere al termine del match.

Primo piano
TMW Radio Sport