Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Venezia, Vacca: "Dovremo battere lo Spezia mettendo coraggio e voglia in campo"

LIVE TMW - Venezia, Vacca: "Dovremo battere lo Spezia mettendo coraggio e voglia in campo"TUTTO mercato WEB
martedì 29 marzo 2022, 15:05Serie A
di Giuseppe Malaguti
Diretta scritta su TUTTOmercatoWEB.com. Premi F5 per aggiornare!

14.40 - Sfida decisiva sabato alle 15 per il Venezia. Gli arancioneroverdi saranno al Picco di La Spezia per affrontare la formazione di Thiago Motta in un altro importantissimo scontro salvezza. Per fare il punto della situazione a qualche giorno dal fischio d'inizio ci sarà Antonio Vacca in conferenza stampa. Segui la diretta testuale su TuttoMercatoWeb.com.

14.50 - Inizia la conferenza stampa.

Come stai? Sei l'unico regista della squadra, come vedi il tuo ruolo?
"Sto abbastanza bene, ovviamente non al 100%, purtroppo in questa stagione non lo sono stato mai, ma credo di poter aiutare la squadra. Per quanto riguarda il discorso regista, dipende dall'interpretazione che dà il mister alla partita. Talvolta servo io, in altre gare abbiamo giocato con Ampadu davanti alla difesa e sono arrivati comunque punti. Spetta al giocatore che gioca in quella posizione interpretare la partita".

TMW - Come vedi il finale di stagione?
"A questo punto della stagione conta tanto il coraggio, non ho mai giocato per salvarmi ma ho giocato in squadre dove magari bisognava ottenere per forza risultati. La cosa più importante è scendere in campo e mettere da parte tutte le ansie e le paure. Si deve avere la percezione del pericolo ma dobbiamo scendere anche in campo con la serenità giusta per fare certe giocate".

I tifosi possono essere un fattore? Da uomo del sud hai vissuto piazze molto calde, come le hai vissute?

"Spero di sì, nelle mie esperienze passate ho subito contestazioni in momenti evitabili, mentre in questo momento credo che la contestazione dei tifosi sia più che giusta. Quando affronti determinate partite in certi modi i tifosi ti vedono, non è che non ne capiscano di calcio. Quando i giocatori scendono in campo con paura e non danno il 100% ci sta che si scateni un po' di contestazione. La accettiamo e speriamo possa essere una spinta per le prossime gare, anche perché negli altri quando ho subito contestazioni sono partite dal primo minuto, mentre la maturità dei nostri tifosi è alta, ci hanno sostenuto durante il match e poi hanno contestato".

L'episodio Henry-Zanetti?
"Non se n'è parlato, in questi casi cerchiamo di lasciarci le cose negative alle spalle. Per quanto riguarda Henry, sa di aver fatto una sciocchezza, non tanto per quella partita ma per il fatto che non potrà esserci contro lo Spezia e per noi è una gara importante. E' un ragazzo buono si sente in colpa e questa settimana anche se non ci sarà sabato sta spingendo tantissimo. Siamo un gruppo composto da ragazzi buoni, ognuno con la sua cultura ma siamo uniti e lavoriamo tanto".

Con lo Spezia è già decisiva?
"Qualunque sia il risultato manca tanto, anche vincendo non è che possiamo stare più rilassati. Ne mancano altre otto, magari vinciamo con lo Spezia e poi perdiamo con l'Udinese e le altre, allora non avremo fatto niente. Dobbiamo giocare tutte queste ultime gare al massimo".

Come si vince con lo Spezia?
"La voglia di sopravvivere batte la voglia di vincere, dovremo mettere quella voglia lì. Uscire dalla gara con lo Spezia con un risultato negativo potrebbe incidere tanto, soprattutto a livello psicologico. Dovremo mettere le componenti giuste, il coraggio e la voglia di vincere i duelli".

Senti di avere lo status di senatore della squadra?

"Me la riconoscono i miei compagni di squadra in determinate cose. Quando c'è un errore tecnico non è da me andargli a dire cosa avrebbe dovuto fare, quando un giocatore sbaglia lo sa, se ne accorge. Parole di conforto invece ne ho date, penso a Svoboda in passato, quello sì".

15.05 - Finisce la conferenza stampa.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile