Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, Thiaw: "I tifosi hanno il diritto di essere arrabbiati con noi per tutto l'amore che ci danno"

Milan, Thiaw: "I tifosi hanno il diritto di essere arrabbiati con noi per tutto l'amore che ci danno"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 15 maggio 2024, 12:30Serie A
di Pierpaolo Matrone

Malick Thiaw, difensore del Milan, si è soffermato anche sulla rabbia dei tifosi rossoneri per questa stagione nel corso dell'intervista rilasciata al Corriere dello Sport: "Lo capiamo, anche perché si tratta del Milan che è una grande squadra. I nostri tifosi hanno tutto il diritto di essere arrabbiati, perché dimostrano amore. E noi come giocatori sappiamo di dover fare sicuramente meglio. Che la gente non sia soddisfatta delle nostre prestazioni è qualcosa da accettare. Dobbiamo anche saper ascoltare, pensando di poter ottenere risultati diversi nella prossima stagione".

Un solo anno per Thiaw, con Maldini come dirigente milanista: forse è stato troppo poco?
"Però abbastanza per trasmettermi consigli speciali, visto che si tratta di un grandissimo calciatore: quelli li tengo per me. Credo che lui sia stato uno dei migliori, se non il più bravo in assoluto, tra i difensori di tutti i tempi. Sono giovane e ho visto giocare poco Maldini, però ho guardato molti video. Ed è stato davvero un piacere potermi confrontare con lui per un anno qui al Milan. Un'opportunità che vale molto, per la mia carriera".

Anche perché c'era stato proprio Maldini, due anni fa, a prendere in mano la situazione al momento della trattativa con lo Schalke.
"È vero, ricevetti una telefonata dal mio manager che mi disse di fare una call con Maldini perché voleva parlarmi. Rimasi molto sorpreso in quel momento, nel sapere che c'era l'interesse del Milan. Poi tutto è andato avanti bene e ho fatto la scelta giusta".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile