Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Monza, tutti i meriti di Palladino. Ed un Carlos Augusto da big

Monza, tutti i meriti di Palladino. Ed un Carlos Augusto da bigTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 14 novembre 2022, 08:15Serie A
di Luca Cilli

La decisione da parte del presidente Silvio Berlusconi e dell'amministratore delegato Adriano Galliani di affidare la panchina del Monza all'esordiente Raffaele Palladino dopo l'esonero di Giovanni Stroppa, seppur all'apparenza rischiosa, si è rivelata giusta. Con l'ex allenatore della Primavera infatti la squadra ha trovato in tempi anche brevi una sua identità, una propria fisionomia e nuove certezze che hanno consentito partita dopo partita di arrivare a ridosso della parte centrale della classifica e portarsi a 9 punti di vantaggio rispetto al terz'ultimo posto. I risultati positivi conquistati sotto la gestione di Palladino tuttavia non sono gli unici aspetti positivi di un Monza che ha chiuso un 2022 indimenticabile, coinciso con la prima storica promozione del club in Serie A.
Oltre ad essere riuscito a vincere e convincere infatti il nuovo allenatore ha saputo valorizzare diversi calciatori che in precedenza non erano riusciti ad esprimere il proprio potenziale. La lista è lunga e variegata. Da Rovella a Sensi, passando per Pessina, Caprari, Mota Carvalho e soprattutto Carlos Augusto. Quest'ultimo è il vero capolavoro di Raffaele Palladino, che giustamente pubblicamente mette davanti a tutto ed a tutti il gruppo ma fa una piccola eccezione quando si parla del brasiliano, ritenuto un giocatore con potenzialità da top club. In effetti Carlos Augusto si sta affermando come uno dei migliori esterni sinistri di tutto il campionato. Alle qualità fisiche ed atletiche, alla facilità di corsa, ha abbinato la pulizia nell'ultima giocata e la bravura nel concludere anche nell'area di rigore avversaria. Copre, attacca, fa segnare e si è tolto anche lo sfizio di mettersi in proprio. Con la rete rifilata alla Salernitana fanno 3 gol fino ad ora in campionato. Ha ragione il suo allenatore quando afferma che uno così è da grande squadra. E chissà che a gennaio, in sede di mercato, qualcuno non ci faccia più di un pensierino. Di sicuro è nei pensieri di Roberto Mancini. Uno così al CT dell'Italia farebbe davvero comodo.

Primo piano
TMW Radio Sport