Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Napoli-Lazio 5-2, le pagelle: Insigne da Magnifico. Reina e Luis Alberto: spagnoli fanno flop

Napoli-Lazio 5-2, le pagelle: Insigne da Magnifico. Reina e Luis Alberto:  spagnoli fanno flopTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
venerdì 23 aprile 2021 06:38Serie A
di Marco Conterio

Le pagelle del Napoli (di Pierpaolo Matrone)

Meret 6,5 - Bella la parata su Milinkovic-Savic nella ripresa. Attento nelle uscite, quasi prende anche la punizione all'incrocio del serbo che vale il 4-2.

Di Lorenzo 6,5 - Tanti salvataggi dietro e parecchia spinta davanti. Un errorino nel finale, ma è l'ennesima buona prestazione di una seconda parte di stagione vissuta in crescendo.

Manolas 7 - Guadagna il rigore dell'1-0, intuisce sempre in anticipo le giocate difensive, stringe i denti e gioca anche sul dolore per il bene della causa e probabilmente perché quest'anno troppe volte è stato costretto a fermarsi. Dal 72' Rrahmani 6 - Nel finale viene sollecitato più volte e risponde sempre presente.

Koulibaly 6,5 - Con la Lazio che attacca in verticale si concentra molto su Immobile e legge al meglio la partita. E non sbaglia praticamente nulla.

Hysaj 6,5 - Nell'ultimo big match giocato aveva deluso, stasera si riscatta con una prova solida, fatta di attenzione massima in difesa e inaspettata propulsione offensiva nonostante sia un destro che gioca a sinistra.

Fabian Ruiz 6 - A volte è macchinoso, ma la tecnica è alta e la regia è cresciuta molto negli ultimi mesi. Buona prova.

Bakayoko 6,5 - Si propone sempre quando c'è da alleggerire la pressione. Controlla la palla, la difende, prende fallo e fa respirare la squadra. Partite come questa, col Napoli subito in vantaggio e contro una formazione che pressa, fanno al caso suo. Ma sbaglia qualche appoggio semplice di troppo.

Politano 7 - Un secondo prima è nell'area avversaria a crossare o calciare, magari segnare come in avvio di partita. Quello dopo ripiega su Immobile, Fares o chicchessia davanti a Meret. Polifunzionale, fondamentale negli spazi. Dal 72' Lozano 6,5 - Recupera la palla che vale la rete di Osimhen e gli serve l'assist. Negli spazi serve eccome uno come lui.

Zielinski 7 - E' così forte che indirizza anche le giocate dei compagni, come in occasione del gol di Mertens: gli serve un pallone così preciso per misura e dosaggio che il compagno può calciarlo solo in quel mondo. Da artista.

Insigne 7,5 - Freddo sul calcio di rigore, da stropicciarsi gli occhi dribbling e tiro a giro che valgono la doppietta. Nove gol nelle ultime dieci al Maradona, dove Lorenzo diventa più Magnifico che mai. Diciassette in campionato, a -1 dal suo record.

Mertens 7 - Parte forte, con un bel controllo e l'assist a Politano per il 2-0. Poi sbaglia tanti tocchi e si prende qualche rimprovero da Gattuso, facendosi però perdonare nel secondo tempo con un tiro a giro da urlo, di prima intenzione. Fanno 102 gol in Serie A, ennesimo record: è il miglior azzurro della storia (dopo esserlo già diventato tempo fa in tutte le competizioni), agguantando Vojak. Dal 72' Osimhen 7 - Dopo la prestazione deludente con l'Inter, si riscatta con un gol appena entrato. Ottimo impatto e tanti sorrisi.

All. Gennaro Gattuso 7,5 - Studia benissimo la fase offensiva: le ali molto larghe, Zielinski sulla stessa linea di Mertens davanti e i terzini creano superiorità numerica negli spazi. In difesa funziona tutto. Azzecca la mossa Politano e si gode una vittoria che manda un messaggio chiaro alla concorrenza: prima di andar via, vuole riportare la Champions a Napoli.

Le pagelle della Lazio (di Marco Conterio)

Reina 4.5 Non di primo pelo eppure prende gol sul primo palo. E se il gioco di parole forse può suonare orrendo, il piazzamento sul raddoppio di Politano non lo supera certo in bellezza. Spettatore talvolta colpevole sulle altre reti.

Marusic 5 Il giocatore più polivalente di casa Lazio è diventato de facto un primo della difesa di Inzaghi. Sul terzo gol del Napoli, però, dimostra lacune tattiche proprio nel ruolo quando gli azzurri lo puntano e rincula troppo.

Acerbi 5.5 Della difesa quello che quando prova a salire in cattedra ne fa aumentare lo spessore e il valore. Riesce nell'intento di ingabbiare Mertens, osserva meravigliato tutte le reti azzurre. Da leader, però, non riesce a tener le fila.

Radu 5 Quando Politano arriva di gran carriera dalle sue latitudini, son brividi. Non gioca un primo tempo di spessore, anzi: lo puntano e va in difficoltà.

Lazzari 5 La rapidità con cui si conquisterebbe il rigore, poi non valutato, nel primo tempo, è disarmante. Però rispetto al suo solito fatica nello sfrecciare rapido: Hysaj stasera è cliente duro.

Luis Alberto 4.5 Le condizioni fisiche son ballerine e lui, danzatore provetto, gioca sulle punte. Si vede: il Napoli gli fa diga davanti e lo costringe a una gara sulle uova, senza mai dare zampate. (dal 64' Pereira 6 Libera Immobile per la prima rete biancoceleste, per il resto s'intravede poco. Ma non poteva incidere più di così)

Leiva 4.5 Insigne lo punta e lo salta con disarmante semplicità. Partita da dimenticare, Zielinski lo circumnaviga senza grandi difficoltà. Non era in condizione e l'ha dimostrato a pieno. (dal 58' Cataldi 5 Non entra in partita, seppur la Lazio giochi d'orgoglio sotto di quattro reti. A centrocampo la stravince il Napoli)

Milinkovic-Savic 5.5 Karate Sergej, la gamba tesa su Manolas che provoca il rigore dell'uno a zero è ingenua quanto irruenta. Scontro tra pesi massimi con Bakayoko: vince l'ex Chelsea. Un solo squillo, inutile, col gol su punizione. (dall'85' Akpa Akpro sv)

Fares 5 Quanto Politano frena, incrocia, tira, e poi segna, lui è colpevole complice della rete subita: sbaglia la postura, sbaglia l'interdizione. Sbaglia tanto altro in questa partita. (dal 64' Lulic 5.5 Entra in campo, prende posizione, Zielinski va via di tacco, passa la palla a Mertens ed è 4-0. Quanto meno la Lazio aumenta i giri sulla sinistra col suo ingresso)

Correa 5 Prova qualche danza e serpentina ma è leggero e poco incisivo. L'intesa con Immobile c'è, Manolas e Koulibaly vivono semplicemente una serata dove lo sovrastano in tutto.

Immobile 6 Ci prova e s'incaponisce spesso provandoci. Salta l'uomo ma poi sbatte contro il raddoppio. Dribbla l'avversario ma trova un altro avversario. Una volta, viene smarcato davanti a Meret: rete straordinaria. (dall'86' Muriqi sv)

Farris 5 Si sgola pur non raggiungendo decibel inzaghiani. La Lazio si sfalda subito, poi prova a ricostruirsi ma crolla nuovamente: lunga, lenta, prevedibile. Sconfitta largamente e con merito, l'orgoglio nel finale non può bastare.

Primo piano
TMW Radio Sport
TMW News TMW News: Juve-Milan decisiva. Lotta salvezza, che brividi Benevento-Cagliari
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000