Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw

Milan, oggi udienza per Leao. È un giorno chiave per il rinnovo, gli scenari

TMW - Milan, oggi udienza per Leao. È un giorno chiave per il rinnovo, gli scenariTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 17 maggio 2022, 10:40Serie A
di Andrea Losapio

Oggi Rafael Leao gioca una partita fuori dal campo. Perché un mese fa, grazie a un vizio di forma, il portoghese aveva ottenuto un rinvio dell'udienza che andrà in scena oggi. È un'azione civile, quindi in questo momento Leao non rischia niente dal punto di vista sportivo, ma è molto probabile che il giudice decida per dare il la all'azione esecutiva già richiesta più volte dallo Sporting di Lisbona.

Deve pagare 16,5 milioni (più spese)
Leao deve ancora allo Sporting 16,5 milioni di euro che sono stati giudicati cifra congrua per la risoluzione contrattuale - senza giusta causa - che è andata in scena nel 2018, quando alcuni tifosi del club biancoverde avevano fatto irruzione nel campo di allenamento, provocando una rissa con i calciatori. Leao aveva deciso di risolvere il contratto, situazione che però non è stata ritenuta legittima dagli organi giudicanti. Quindi Leao è costretto a pagare i 16,5 milioni più spese. Con lui c'è anche il Lille, condannato in solido, perché è la squadra che lo ha poi accolto a braccia aperte (e che poi ha guadagnato 28 milioni dalla sua cessione).

Ci sarebbe un accordo, ma il rinnovo è ancora lontano
Qui entra in campo il Milan, che non è parte in causa se non perché è la squadra attuale di Leao. I rossoneri hanno tutti gli interessi a fare rinnovare il calciatore, così avevano trovato un accordo con lo Sporting e con il Lille per riuscire a pagare un contributo per dirimere la questione. Questo contributo era però legato a doppio filo al rinnovo, che Leao aveva quasi concordato con il Milan per una cifra intorno ai 4,5 milioni. Ora però la situazione è cambiata, perché Leao è l'uomo simbolo dello Scudetto e vuole un rinnovo da top. Come Ibrahimovic, insomma, o Vlahovic. Se il Milan dovesse concederlo, probabilmente tutto ritornerà al suo posto.

Lo scenario probabile e quello possibile.
Con ogni probabilità oggi il Giudice deciderà per il pignoramento di un quinto dello stipendio di Leao, senza pene accessorie. Poi c'è un altro scenario che esula da questa causa: se lo Sporting di Lisbona dovesse continuare ad appellarsi alla FIFA, per ulteriori danni, il portoghese potrebbe anche avere pene pecuniarie e sportive. Di questo, però, al momento non ci sono sentori. Ricapitolando: Leao non vuole rinnovare a cifre basse perché crede di essere un top. Jorge Mendes lavora per il suo trasferimento (e un club che poi pagherebbe i 16,5 milioni di multa più spese), il Milan vuole tenerlo. Tutto passa, inevitabilmente, anche dalla cessione del club.