Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw radio

Impallomeni: "CR7 deve abituarsi a essere non più il primo tra i grandi ma uno tra i migliori"

TMW RADIO - Impallomeni: "CR7 deve abituarsi a essere non più il primo tra i grandi ma uno tra i migliori"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 8 dicembre 2022, 06:45Serie A
di Tommaso Bonan

Ospiti: Fabio Ravezzani, Marco Piccari e Stefano Impallomeni - Maracanà con Alessandro Sticozzi e Alessandro Santarelli

Ronaldo in panchina col Portogallo al Mondiale: è finita un'epoca? A rispondere alla domanda è Stefano Impallomeni, ex calciatore e giornalista, a TMW Radiodurante Maracanà: "Lui non accetta questo tipo di realtà. Vederlo in panchina anche lo si è capito. Ieri è stata la vittoria di un allenatore che salvaguarda il gruppo. Deve abituarsi a essere non più il primo tra i grandi ma uno tra i migliori. Ha un carattere particolare, molto egocentrico, ora però è la sua debolezza. E' una visione triste, ma deve cambiare. Le scelte non le fa l'allenatore ma la squadra. Lo rispettano perché è stato un grande, parlano i numeri per lui. Rappresenta tanto ma la squadra è pronta. Il Portogallo ieri ha mandato un messaggio chiaro al Mondiale".

Come vede ora la sfida al Marocco?
"In un Mondiale può succedere di tutto, il Portogallo è favorito ma il Marocco viene da un trend positivo. Ci sono 30 mila tifosi a sostegno, e questo è un fattore".

Che ne pensa della Spagna?
"Mi dispiace per Luis Enrique, ma è mancato un bomber vero. Asensio sacrificato prima punta invece di puntare decisamente su Morata, ma col senno di poi...Gavi e Pedri diventeranno forti ma inconsistenti. E' una Spagna alla quale va data fiducia, ma quei 7 gol all'inizio hanno sviato. Hanno fatto lo stesso percorso della Germania e sono passati per quella partita. Il tiki-taka è stato sterile, lo giustifichi se poi tiri e fai gol".