Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

TOP 100 TMW - Posizioni 35-31: Insigne, bye bye Napoli. Vlahovic esplode

TOP 100 TMW - Posizioni 35-31: Insigne, bye bye Napoli. Vlahovic esplodeTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 24 maggio 2022, 11:00Serie A
di Gaetano Mocciaro

Oggi presentiamo la Top 100 TMW, stilata in base alle medie voto assegnate ai calciatori dalle pagelle di tuttomercatoweb.com, fra coloro che abbiano preso voto in almeno 19 partite.

Di seguito le posizioni dalla 35 alla 31:

35 - RICCARDO SAPONARA (Fiorentina)
È la dimostrazione che l'allenatore giusto al momento giusto è fondamentale. Nel caso di Riccardo Saponara l'ancora di salvezza è Vincenzo Italiano che ne sta rilanciando la carriera. Fortuna ha voluto che i due lavorassero insieme per 6 mesi allo Spezia. E da esubero della Fiorentina è diventato una risorsa importantissima. Tre gol, altrettanti assist e tante belle giocate che gli sono valse la maglia da titolare in 13 occasioni.

34 - LORENZO INSIGNE (Napoli)
Nonostante tre rigori falliti il capitano del Napoli si è distinto, nella stagione dell'addio, per le grandi prestazioni. Su tutte quelle contro il Bologna, dove realizza una doppietta e contro la Sampdoria, dove serve 2 assist. La sua imprevedibilità e classe sono state l'arma in più dei partenopei anche se dal punto realizzativo i numeri sono di gran lunga inferiori a quelli di un anno fa.

33 - MARKO ARNAUTOVIC (Bologna)
Di fatto la sua vera prima stagione in Serie A, dove è tornato 12 anni dopo l'esperienza da comparsa all'Inter del Triplete. L'austriaco, che all'epoca dovette convivere col pesante accostamento a Ibrahimovic è rientrato in Italia dopo essersi costruito una più che dignitosa carriera. 14 gol segnati e di fatto per un certo periodo ha fatto anche sognare. Le difficoltà della squadra lo hanno inghiottito, nonostante qualche prestazione top, come quella contro Spezia e Sampdoria dove ha realizzato una doppietta.

32 - DAVIDE CALABRIA (Milan)
Da quando Stefano Pioli ha svolto un preciso lavoro sulla testa del ragazzo, la sua fiducia ed il suo rendimento hanno subito un’impennata pazzesca verso l’alto. Grandi prestazioni lo scorso anno, grandi prestazioni in questo avvio di stagione. E anche due gol all'attivo, uno dopo 28'' contro l'Atalanta: doppia soddisfazione per lui, bresciano di nascita. L'altro contro il Bologna nel rocambolesco 2-4. La convocazione in Nazionale sarebbe stata la ciliegina sulla torta, Mancini però gli preferisce Florenzi, sua riserva al Milan, Di Lorenzo e più di recente anche De Sciglio.

31 - DUSAN VLAHOVIC (Juventus)
Lascia la Fiorentina con uno score di 17 reti in 21 partite, incontenibile il più delle volte. Colpo del mercato 2022, alla Juventus parte forte dando una spinta decisiva nella rimonta bianconera, che ha centrato l'obiettivo minimo della qualificazione in Champions League. Quando gli obiettivi hanno iniziato a scemare anche il suo rendimento ne ha risentito.