Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Un derby decisivo solo se lo vincesse il Milan: chiamasi opportunità. Pioli tenta la sorpresa

Un derby decisivo solo se lo vincesse il Milan: chiamasi opportunità. Pioli tenta la sorpresaTUTTO mercato WEB
© foto di DANIELE MASCOLO
domenica 5 febbraio 2023, 08:30Serie A
di Antonello Gioia

Non è un derby decisivo come quello di Supercoppa terminato 3-0 per l'Inter, non è un derby decisivo come quello di un anno esatto fa ribaltato dalla storica doppietta di Giroud, non è un derby decisivo come i tanti giocati nel passato anche nei palcoscenici europei. È un derby importante perché è un derby, ma è decisivo solo in un senso: se il Milan lo vincesse.

Opportunità
La classifica (e la realtà) dicono che Milan e Inter, dopo essere giocati lo Scudetto nelle ultime due stagioni, abdicheranno in favore di un Napoli stra-ordinario; l'obiettivo dichiarato è la qualificazione alla prossima Champions League e, in qualunque modo finisse il match di questa sera, la corsa ai primi quattro posti resterebbe apertissima e/o ribaltabile. Perché è un derby decisivo solo se lo vincesse il Milan, dunque? Perché la squadra di Pioli è in un momento disastroso, in crollo verticale da 6 partite e solo una vittoria in una partita del genere può rimettere gran parte delle cose a posto. Chiamasi "grande opportunità", come l'ha definita il tecnico rossonero in conferenza stampa.

La probabile formazione
Per coglierla, Pioli cambierà modulo: il dubbio tra il 3-5-2 e il 4-3-3 resta. Nel primo caso, davanti a Tatarusanu, ci sarebbero Gabbia, Kjaer e Kalulu, con Calabria e Theo a tutta fascia, Giroud-Origi di punta (con Leao clamorosamente fuori) e la mediana formata da Tonali-Krunic e la sorpresa Messias nel ruolo di mezzala; nel secondo caso le posizioni in campo resterebbero più o meno le stesse, con il cambio tra Saelemaekers altro a destra al posto di Gabbia e, chiaramente, Leao a sinistra al posto di Origi. Out Maignan, Florenzi, Tomori, Bennacer e Ibrahimovic.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile