Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Venezia-Ascoli 2-3, le pagelle: Saric scatenato, Baudouin sfortunato nel finale

Venezia-Ascoli 2-3, le pagelle: Saric scatenato, Baudouin sfortunato nel finaleTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
domenica 7 agosto 2022, 19:47Serie A
di Paolo Lora Lamia

Risultato finale: Venezia-Ascoli 2-3

VENEZIA

Joronen 6,5 - Tiene a galla i suoi nel primo tempo, che poteva finire con un passivo molto più pesante. Nega il gol a Bidaoui, Dionisi e Lungoyi con tre grandi parate. Non può nulla sul raddoppio di Falzerano, così come sul pallone preso in rovesciata da Fontana e deviato da Baudouin.

Zampano 5 - Partita da incubo per il terzino destro, visto che sul suo settore di competenza Giordano e Bidaoui fanno quello che vogliono senza eccessive opposizioni. Si perde anche Falzerano in occasione dello 0-2.

Wisniewski 6 - Tra i migliori nella formazione di Javorcic, per le numerose chiusure con cui limita gli attaccanti avversari.

Baudouin 5,5 - Come il compagno di reparto gioca una buona gara, macchiata però dalla deviazione su rovesciata di Fontana che di fatto condanna il Venezia.

Remy 5,5 - Viene schierato sulla sinistra in difesa e, dopo un buon avvio, va in difficoltà sia contro Lungoyi che contro un Saric sempre più incisivo. Dal 64' Camolese 5,5 - Inizio non facile per lui, visto che l'azione del raddoppio si sviluppa dalla sua parte.

Bjarkason 5 - Il più in ombra della linea mediana veneziana. Fatica ad emergere in entrambe le fasi. Dal 64' Boudri 6 - Nella ripresa è l'unico del Venezia che prova a creare qualcosa in avanti.

Sandberg 5,5 - Cerca di farsi notare sia in fase d'interdizione che di costruzione, ma va in difficoltà come il resto della squadra quando l'Ascoli comincia ad attaccare con più convinzione. Dal 57' Jonsson 6 - Non ha grosse occasioni per mettersi in mostra da quando entra in campo.

Tessmann 5,5 - Inizia con buon piglio, sia in mediana che quando si propone in fase offensive. Rimane comunque il migliore del centrocampo lagunare.

Novakovich 6,5 - Dopo una gara per lo più in ombra, si accende con i due assist per le reti di Mikaelsson e con l'occasione che poteva portare il match ai supplementari.

Hasanbegovic 5 - Prestazione opaca per la prima punta scelta da Javorcic. Qualche sponda per i compagni e poco altro. Dal 57' Mikaelsson 7 - Partita da sogno per lui, ma con un retrogusto amaro. Segna infatti una doppietta, che però si rivela ininfluente a causa dell'autogol last minute di Baudouin.

Pecile 5,5 - Giostra tra centrocampo e attacco, ma il suo apporto dato alla manovra offensiva è minimo.

Ivan Javorcic 6 - Con una squadra in piena emergenza e tenuta sotto controllo dall'Ascoli per larghi tratti del match, ha il merito di crederci fino alla fine e di sfiorare una clamorosa rimonta.

ASCOLI

Leali 5,5 - Prima frazione di gioco vissuta praticamente da spettatore non pagante. Decisamente rivedibile nella ripresa, dato che ha responsabilità su entrambi i gol di Mikaelsson.

Donati 6 - Dei due terzini ascolani è quello più dedito alla fase difensiva, compito che svolge in modo diligente e continuo.

Botteghin 6 - Limita al minimo i palloni arrivati dalle parti di Leali, non avendo per la verità molto lavoro da sbrigare.

Bellusci 6 - Insieme al compagno di reparto, gioca una gara solida a protezione dell'area.

Giordano 6,5 - Accompagna frequentemente l'azione offensiva, mettendo in mezzo diversi palloni che creano il panico nell'area veneziana.

Saric 7,5 - Con i suoi strappi fa a fette il centrocampo avversario, oltre a presentarsi frequentemente in area come quando porta in vantaggio i suoi. Avvia anche l'azione dello 0-2, risultando nettamente il migliore dei suoi. Dall'80' Fontana 7 - L'uomo del match, con quella splendida rovesciata che - grazie alla deviazione di Baudouin - vale il 2-3 e il passaggio del turno.

Buchel 6 - Dirige al meglio la mediana, con passaggi sempre precisi per i compagni che si trovano nella sua zona. Prova anche la conclusione in avvio. Dall'80' Fontana sv.

Caligara 6,5 - Importante soprattutto in fase di sviluppo della manovra. Suo l'assist per la rete del vantaggio di Saric.

Lungoyi 6 - Inizio un po' inconcludente per il numero 7, che però diventa sempre più un fattore sulla destra. Dal 68' Ciciretti 6,5 - Subito in evidenza, con l'assist per la rete dello 0-2 segnata da Falzerano.

Dionisi 6,5 - Appena ne ha l'occasione prova a timbrare il tabellino, con Joronen che tiene a galla i suoi nella prima frazione di gioco. Dall'85' De Paoli sv.

Bidaoui 6,5 - Devastante sul settore sinistro dell'attacco, vestendo sia i panni dell'assist man che del risolutore. Nel primo tempo, solo Joronen gli nega il gol con un grande intervento. Dal 68' Falzerano 7 - Impatto da sogno per l'ex Perugia, in gol dopo pochi secondi sfruttando un cross di Ciciretti e autore del cross che propizia la rete del definitivo 2-3.

Cristian Bucchi 6,5 - Gara di personalità e di gestione, eccezion fatta per quei minuti di follia nel finale sfruttati alla grande da Mikaelsson. Il suo Ascoli riesce comunque a vincere, senza passare dai supplementari.