Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Pres. Carrarese: "In punta di piedi in B. Cavalcare l'onda di questo anno sarà fondamentale"

Pres. Carrarese: "In punta di piedi in B. Cavalcare l'onda di questo anno sarà fondamentale"TUTTO mercato WEB
martedì 11 giugno 2024, 12:04Serie B
di Claudia Marrone

"Ci credevamo da qualche anno, abbiamo alzato man mano l’asticella e quest’anno eravamo proprio convinti di avere una rosa competitiva. Nonostante l’ottima posizione di classifica e il buon lavoro di Dal Canto, a gennaio si è voluto cambiare per dare qualcosa in più con Calabro e potenziare la rosa. Sono state mosse azzeccate. Il nuovo mister ha gestito al meglio la rosa, dal dispendio energetico dei singoli giocatori alle gestioni dei cartellini. Si è creata un’alchimia perfetta in un ottimo gruppo, dinamiche che portano a fare risultato: gruppo": così, dalle colonne di Tuttosport, il presidente della Carrarese Fabio Oppicelli, che ha parlato dopo la promozione in B dei suoi.

Andando alla questione stadio: "Abbiamo visto quest’anno l’esempio della Feralpisalò ovvero quanto pesa non poter giocare nella propria casa. I lavori da fare non sono tantissimi, ma nemmeno si tratta di avvitare 3-4 lampadine… Contiamo comunque di giocare su un altro campo (Pisa o Chiavari, ndr) solo una parte della stagione, non tutta".

E sul prossimo campionato: "Entriamo in punta di piedi in un campionato durissimo, alla fine del quale ogni anno ci sono non più di 6-8 punti tra playoff e playout e anche questo la dice lunga. Vogliamo mantenere la nostra identità e uscire dal campo sempre senza rimpianti, convinti di avere dato tutto. Ci sono squadre che passano dalla C alla B e fanno molto bene, ma anche quelle che fanno molto male. Cavalcare l’onda, con lo zoccolo duro, di quanto è ben riuscito l’anno prima può essere fondamentale".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile