Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Quando la matematica incontra il fantacalcio: arriva il Fantalgoritmo

Quando la matematica incontra il fantacalcio: arriva il Fantalgoritmo
© foto di Fantalgoritmo
lunedì 11 luglio 2022, 20:14Altre Notizie
di Redazione TMW
fonte Fantalgoritmo
Quando la matematica incontra il fantacalcio: arriva il Fantalgoritmo, il modello scientifico per i fantallenatori

Non solo Facebook e l’algoritmo scritto sulle finestre di Harvard. Il mondo dell’innovazione e della digitalizzazione questa volta parla italiano: arriva il Fantalgoritmo, un modello matematico che unisce numeri e fornisce dei consigli per il fantacalcio.

Quello che agli inizi degli anni 2000 era poco più che una moda, oggi sembra quasi una religione. Centinaia di milioni di appassionati, infatti, si ritrovano ogni anno sommersi da fogli, pagine di giornali, tabelle e numeri. L’obiettivo? Costruire una squadra che possa vincere il fantacalcio.
E se all’epoca c’era gente che goliardicamente investiva una manciata di crediti sull’esotico Kakà, si prendeva il rischio di includere nella rosa il terzino brasiliano tutta spinta Amantino Mancini o metteva un timido credito sulla promessa albiceleste Mauro Zarate, oggi nulla (o quasi) viene lasciato al caso.

E proprio dalla passione per i numeri e dalla cura maniacale per lo studio delle rose della Serie A nasce il Fantalgoritmo, un programma che arriva in supporto di tutti i fantallenatori. L’idea nasce da due ragazzi italiani, Giovanni e Mariano che, coadiuvati da un professore dell’università La Sapienza di Roma, hanno unito il mondo del pallone e quello della matematica. “Ero stanco di arrivare ultimo al fantacalcio - spiega Giovanni - Sono entrato nella mia lega come tappabuchi, ma ho capito subito che non si trattava di un semplice gioco. Sono un grande appassionato di numeri e sono partito da lì: esiste una formula per vincere il fantacalcio?”.

In suo supporto è arrivato Mariano, esperto di startup, che ha subito individuato le potenzialità del progetto: “Il fantacalcio è sempre stato associato al fattore fortuna. Noi abbiamo voluto capovolgere la prospettiva, i numeri non mentono. Così è nato il Fantalgoritmo”.

Ma cosa è di preciso questo Fantalgoritmo? Semplicemente è uno strumento di calcolo che, in base a delle variabili reali estratte dal campionato di Serie A e dal numero di partecipanti della fantalega, porta i numeri al servizio dei fantallenatori.
L’algoritmo entra in gioco in due differenti fasi: la prima, ossia l’asta, nel quale vengono calcolati i giusti prezzi di ogni giocatore di Serie A a seconda di alcune variabili; l’altra, il “quotidiano” (ossia tutte le giornate di campionato), dove il programma calcola i giocatori con le probabilità di fare punteggi più alti.

E dopo una prima stagione di validazione, sono i numeri a confermare le previsioni di Giovanni: “Il 76% degli early-adopters del Fantalgoritmo hanno terminato il loro campionato in uno dei primi 3 posti della propria lega. Dopo una stagione così positiva, siamo pronti a puntare ancora più in alto”.

E se l’idea sembrava inizialmente folle, oggi il Fantalgoritmo è pura realtà: un team di lavoro che porta la propria expertise al servizio dei fantallenatori, un metodo scientifico per unire numeri e fantacalcio e un punto di ritrovo, fantalgoritmo.it, che ha come obiettivo di dare un metodo e una struttura alle tattiche degli appassionati.

Non solo fortuna: il fantalgoritmo arriva a sostegno dei fantallenatori. E, ancora una volta, l’innovazione parte da casa nostra.

Articoli correlati