Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

La lettera di Saka dopo gli insulti: "So di che tipo di odio si tratta. Ma l'amore vince sempre"

La lettera di Saka dopo gli insulti: "So di che tipo di odio si tratta. Ma l'amore vince sempre"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Uefa/Image Sport
giovedì 15 luglio 2021 19:57Calcio estero
di Michele Pavese

Quattro giorni dopo l'errore nella finale di Euro2020, Bukayo Saka rompe il silenzio e racconta le sue emozioni. Il giocatore dell'Arsenal è stato vittima di pesanti insulti sui social dopo il rigore sbagliato, così come altri due compagni di squadra (Sancho e Rashford): "Sono rimasto lontano dai social per alcuni giorni per trascorrere del tempo con la mia famiglia e riflettere sulle ultime settimane. Questo messaggio non servirà a spiegare quanto sono grato per tutto l'amore che ho ricevuto e sento di dover ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto. È stato un onore far parte della squadra: saremo sempre fratelli e sono grato per tutto ciò che ho imparato da ognuno dei miei compagni e dallo staff, hanno lavorato tutti duramente.

Aiutare la squadra a raggiungere la nostra prima finale in 55 anni, vedere la mia famiglia tra il pubblico, sapere a cosa hanno rinunciato per aiutarmi ad arrivarci, significava tutto per me. Non ci sono parole per dire quanto fossi deluso dal risultato e dal mio rigore. Credevo davvero che avremmo vinto per voi. Mi dispiace che non siamo riusciti a riportarla a casa quest'anno, ma prometto che daremo tutto ciò che abbiamo per assicurarci che questa generazione conosca la sensazione della vittoria. La mia reazione post-partita ha detto tutto, stavo male e mi sentivo come se avessi deluso tutti voi e la mia famiglia inglese, ma posso promettervi questo: non lascerò che quel momento o la negatività che ho ricevuto in questa settimana mi distrugga.

A coloro che mi hanno supportato, che mi hanno inviato lettere sincere, hanno augurato ogni bene a me e alla mia famiglia, sarò sempre grato. Questo è ciò che dovrebbe essere il calcio: passione, persone di tutte le razze, generi, religioni che si uniscono in una gioia condivisa. Mi rivolgo a Instagram, Twitter, Facebook: non voglio che nessun bambino o adulto riceva i messaggi odiosi e offensivi che io, Marcus e Jadon abbiamo ricevuto questa settimana. Ho capito immediatamente di cosa si tratta ed è una triste realtà che le vostre potenti piattaforme non stiano facendo abbastanza per mettere fine a tutto ciò.

Non c'è posto per il razzismo o l'odio di alcun tipo nel calcio o in qualsiasi area della società. Bisogna agire e segnalare questi commenti alla polizia, portando fuori l'odio e cercando di essere gentili l'uno con l'altro. Solo così vinceremo. L'amore vince sempre".

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000