Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Le pagelle dell'Italia Femminile - Cambiaghi e Linari decisive. Giugliano disegna calcio

Le pagelle dell'Italia Femminile - Cambiaghi e Linari decisive. Giugliano disegna calcioTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
venerdì 1 dicembre 2023, 23:38Calcio femminile
di Tommaso Maschio

SPAGNA-ITALIA 2-3
12’ Del Castillo (S), 47’ Giacinti (I), 58’ Cambiaghi (I), Linari (I), 77’ Esther (S)

Giuliani 6 - Non impeccabile sul primo gol spagnolo, ma prima e dopo si dimostra portiera affidabile sia fra i pali sia nelle uscite. Trasmette serenità e sicurezza alla retroguardia.

Di Guglielmo 6,5 - Si stringe spesso come terza centrale e compie alcune chiusure pregevoli soprattutto sul pericolo numero uno Paralluelo. Visto il ruolo si vede meno in fase di spinta. Dal 90° Salvai SV - Entra per alzare il muro in difesa.

Lenzini 6 - Buona gara al fianco di Linari con un’unica piccola sbavatura sul gol di Esther. Per il resto chiude ogni varco e concede poco o nulla alle più quotate avversarie.

Linari 7 - Una grande sicurezza in difesa, guida la difesa a testa alta giocando sia d’anticipo sia in marcatura. Ha inoltre il merito di saper essere letale sui calci piazzati come dimostra il terzo gol azzurro.

Boattin 6 - Forse la meno brillante della retroguardia, fatica con Del Castillo e le concede troppo in area in occasione del primo gol. Cresce nella ripresa, ma ogni tanto sembra distrarsi commettendo errori non da lei.

Bergamaschi 6,5 - In teoria fa l’esterna a tutta fascia, in pratica è spesso sulla linea di difesa per frenare in tandem con Di Guglielmo Mariona e Paralluelo che agiscono da quel lato. Svolge il suo compito con attenzione.

Caruso 6,5 - Solita prestazione di lotta e di governo con un paio di pregevoli palloni giocati per le compagne in rifinitura che non sempre vengono sfruttati a dovere. Bravissima nel capire gli errori di impostazione delle spagnole nella ripresa e servire l’assist per il pari di Giacinti.

Giugliano 7 - Primo tempo di grande sacrificio in mezzo al campo per evitare che il palleggio iberico faccia troppi danni. Cerca di dare comunque ordine alla manovra come suo solito, ma brilla meno che con la maglia della Roma. Nella ripresa sale in cattedra, disegna calcio e sforna due assist per i gol di Cambiaghi e Linari. Dal 70° Galli 6,5 - Solito contributo di corsa, fisicità ed esperienza in mezzo al campo in un momento delicato del match. Sfiora anche il poker con Coll che le strozza l’urlo in gola con un grande intervento.

Cambiaghi 7,5 - Nel primo tempo si sdoppia: un po' esterna di centrocampo un po' seconda punta al fianco di Giacinti. Un grande sacrificio che viene ripagato nella ripresa quando prima segna il gol del vantaggio e poi favorisce il tris di Linari. Nel finale gioca da unica punta conquistando falli preziosi per far rifiatare la squadra. Dal 90° Piemonte SV - Entra per dare ancora maggiore fisicità alla squadra nel concitato finale.

Dragoni 6 - Nonostante abbia compiuto 17 anni da meno di un mese gioca con grande personalità al cospetto di tante compagne di squadra. Si destreggia fra esterna di centrocampo, mezzala e trequartista non buttando mai via un pallone e sacrificandosi per il bene della squadra. dal 54° Catena 6 - Gara di grande sacrificio in mezzo al campo. Non trema per l’emozione e dà il suo contributo alla causa.

Giacinti 6,5 - Gara di grande sacrificio nel primo tempo: pressa alta le portatrici di palla e cerca di fare da riferimento quando l'Italia riparte. Un lavoro sporco che le toglie un pizzico di lucidità. A inizio ripresa però è letale e alla prima palla toccata pareggia i conti. dal 54° Cantore 6 - Si piazza nel suo solito ruolo di esterna offensiva dando una mano in entrambe le fasi allargandosi e stringendosi a seconda delle necessità.

Andrea Soncin 7 - Disegna una squadra accorta, ma non rinunciataria. Nel primo tempo soffre come da previsione senza però provare a colpire le rivali dando pochi punti di riferimento alle avversarie con un modulo molto fluido. Nella ripresa la sua squadra fa l’impresa trovando per tre volte la via del gol anche grazie a un pressing alto che la Spagna dimostra di soffrire. Finalmente arriva la vittoria tanto attesa contro una big assoluta che dimostra come la svolta attesa dopo due tornei negativi (Europeo e Mondiale) sia finalmente arrivata e questo movimento abbia ancora tante gioie da dare al suo pubblico.

Spagna (4-3-3): Coll 5; Batlle 5,5, Paredes 5 (dal 67° Ivana), Aleixandri 5, Olga 6; Bonmatì 6,5 (dal 45° Esther 6), Abelleira 6,5, Hermoso 5,5; Del Castillo 7 (dal 45° Garcia 5), Paralluelo 5,5, Mariona 5,5. A disposizione: Misa, Salon, Perez, Oihane, Eva Navarro, Codina, Maite Oroz, Fiamma, Gabarro. Ct: Motse Tomé

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile