Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Mantovani: "Dal 2015 boom di tesserate nel calcio. Puntiamo ad avere 3 squadre in Champions"

Mantovani: "Dal 2015 boom di tesserate nel calcio. Puntiamo ad avere 3 squadre in Champions"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 23 marzo 2023, 21:04Calcio femminile
di Tommaso Maschio

La presidente della Divisione Calcio Femminile della FIGC Ludovica Mantovani ha rilasciato a Repubblica.it un’intervista facendo il punto sulla situazione del movimento a un anno dalla riforma che ha portato il professionismo nel calcio femminile: “Il professionismo non è un punto di arrivo ma di partenza. Il primo bilancio dopo un anno dalla riforma è positivo. Il cambio di passo si è avuto nel 2015 con l'obbligatorietà da parte dei club maschili di sviluppare un settore giovanile femminile, con le poule scudetto e salvezza, adesso in corso, sono cresciuti interesse e appetibilità. Negli ultimi sette anni si è avuta una crescita del 144% di ragazze sotto i 15 anni di età regolarmente tesserate, per un totale di 36 mila (+64%). Entro il 2025 vogliamo aumentare del 50% il numero delle giovani calciatrici. Stiamo crescendo anche a livello europeo e tra qualche anno, grazie ai risultati degli ultimi anni, contiamo di portare a tre le squadre in Champions League.

- continua Mantovani parlando anche dei prossimi passi per la crescita - Stiamo trattando in questi giorni un nuovo ciclo di diritti audiovisivi e capiremo se il nuovo format della Serie A sia stato vincente o meno. Abbiamo diminuito il numero delle squadre per aumentare competitività, qualità e interesse. Le sfide sono tante, ma il potenziale è inimmaginabile anche se purtroppo ci sono ancora tanti pregiudizi che finiranno quando non si faranno più paragoni con gli uomini. Parità salariale? Solo quando e se ci sarà parità di introiti, ma ora le giocatrici di Serie A hanno diritto al minimo salariale identico ai giocatori di Lega Pro”.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile