Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Koulibaly rifiuta la Juve. Zaniolo e Berardi, scontro col Milan. Lukaku-Dybala si può. Inter, scambio Pinamonti-Milenkovic. Cena Italiano-Viola, accordo fatto: tutta la verita’ sugli incontri segreti 

Koulibaly rifiuta la Juve. Zaniolo e Berardi, scontro col Milan. Lukaku-Dybala si può. Inter, scambio Pinamonti-Milenkovic. Cena Italiano-Viola, accordo fatto: tutta la verita’ sugli incontri segreti 
© foto di Federico De Luca
venerdì 10 giugno 2022, 06:50Editoriale
di Enzo Bucchioni

Dybala l’aveva promesso ai tifosi juventini, ma non l’ha fatto: andrà comunque all’Inter. Alla faccia della rivalità e di una storia di amore e lacrime. Che s’ha da fa’ pe’ campa’. C’è però ancora chi a certi valori è attento e attaccato come Koulibaly che secondo indiscrezioni che abbiamo raccolto nel giro del mercato, avrebbe rifiutato un’interessante offerta della Juventus. 

Brucia ancora la rivalità, quegli anni con lo scudetto in ballo e il rispetto dei tifosi napoletani ai quali il senegalese, anche se andrà via, è comunque legatissimo. Questo ci racconta, però, che finalmente la Juventus s’è decisa a cercare un altro centrale di grande affidabilità perchè si parla di centrocampisti e attaccanti quando la difesa forse è il reparto messo peggio. Se pensate che Chiellini quando riusciva a giocare era ancora il migliore, se riflettete sulla parabola discendente di Bonucci (in Nazionale imbarazzante) e su un De Ligt che pensa al suo futuro altrove, vi rendete conto dello stato delle cose. 

Lo scambio Acerbi-Rugani proposto qualche settimana fa alla Lazio è in stand-by e se non sarà Koulibaly, un difensore importante serve ai bianconeri e allora riflettere su Bremer che l’Inter non chiude e altra idea che scriveremo più avanti, il Milan osserva e la Juve potrebbe tentare il sorpasso.

Fra Milan e Juve, fra l’altro, c’è una curiosa convergenza su un paio di giocatori che sa molto di “marcamento a uomo”. Parlo di Zaniolo e di Berardi. Sul romanista c’è la Juventus da diverso tempo, è un obiettivo fin da quando c’era Paratici e i contatti sono iniziati mesi fa. D’improvviso è apparso all’orizzonte anche il Milan che sembrava orientato a prendere Berardi per la fascia destra. E allora cosa ha fatto la Juve? Vistasi insidiata su Zaniolo a sua volta s’è buttata su Berardi. Trattative in corso, non sarà facile chiudere per nessuno. 

Berardi, tifoso interista, aveva già rifiutato la Juve qualche anno fa, ma poi il tempo e l’età sistemano tutto e Berardi ora che ha deciso di lasciare Sassuolo farebbe la fortuna di tanti, sia del Milan che della Juve, appunto. Se non è guerra è un bel braccio di ferro.

Rimanendo sulla Juve, l’interesse per Berardi deriva anche dall’incertezza di Di Maria che non ha ancora dato una risposta sui due anni e sul quale s’è buttata anche il Barcellona. L’argentino ripenserà ai fasti con il Real? Vedremo se sarà più un Dybala o un Koulibaly , la decisione è attesa in settimana. 
Su Pobga abbiamo detto diverse volte e la firma non dovrebbe essere un problema, soltanto crea un po’ di ansia fra i tifosi. Tutto comprensibile visto che sono tanti i ruoli che lasciano dubbi quindi prima si tappano i buchi e meglio è. 

Continuo a pensare che non sia stata una genialata lasciare andar via a zero uno come Dybala valutato ancora 50 milioni, se fossi Elkann sarei inc… come un bufalo, si doveva trovare una soluzione condivisa qualche mese fa, ma fa ancora più male vedere che poi l’accordo con l’Inter è su basi inferiori rispetto a quelle sulle quali trattava la Juventus. Cose incomprensibili che fanno il paio con molte altre, dalla cessione di Romero, anche a questa vicenda Demiral che mi sembra più forte di altri juventini in rosa. Rompiscatole? Non lo so, lo sospetto. 

Tornando a Dybala, l’accordo con l’Inter è praticamente fatto, sei milioni più bonus e via andare. Marotta ha in mente il genio di Dybala di qualche anno fa messo al servizio della potenza di Lukaku e della vena realizzativa di Lautaro Martinez. Con questo terzetto davanti saranno problemi di Inzaghi, ma sinceramente è una sfida che intriga. 

C’è il solito però: riuscirà Lukaku a convincere il Chelsea a liberarlo in prestito? Si discute. E agli inglesi non dispiacerebbe mettere sul tavolo anche il nome di Dumfries per il quale l’Inter non alza barricate. Anzi. L’idea di fare plusvalenza solletica, tanto più che Bellanova in arrivo dal Cagliari piace molto. Discorsi aperti. Si dovrebbe chiudere a breve anche Asllani con l’Empoli, società decisionista che ha aspettato anche troppo. Per l’albanese c’è la fila, è un 2022 di grandissima prospettiva e il ruolo di vice-Brozovic gli sta a pennello come erede per il futuro.

Asllani piaceva e piace molto anche alla Fiorentina che spesso ha mandato osservatori a Empoli, non soltanto perchè è a due passi da Firenze. 
Oltre all’albanese ai viola piacciono molto anche Viti e Parisi, ma l’interesse è soprattutto per un giocatore che a Empoli giocava: Pinamonti. E’ questo l’obiettivo per l’attacco viola, l’interista è stato promosso a pieni voti in più occasioni, con il gioco di Italiano potrebbe esplodere e anche l’entourage del giocatore lo sa benissimo. L’Inter lo valuta venti milioni, ma si può trattare e la Fiorentina ha un giocatore che ai nerazzurri piace molto, Nikola Milenkovic. L’Inter riflette perchè per Skriniar c’è una grande offerta del Psg e una bella plusvalenza in arrivo, il serbo della Viola sarebbe il sostituto perfetto.

Di Pinamonti alla Fiorentina s’è parlato anche ieri sera al tavolo di lavoro della Viola. Si perché, alla fine siamo in grado di rivelare che i famosi vertici con Italiano, in realtà ci sono stati davvero. Sia quello fissato per l’otto di giugno, mercoledì, ma anche un altro ieri sera e non è escluso che le parti si rivedano anche questa sera. 

Cene di lavoro a Firenze, non propriamente in centro, alle quali hanno partecipato Joe Barone e Pradè, Italiano e anche il procuratore Ramadani. L’accordo per il rinnovo con il tecnico ora è veramente definito in tutti i dettagli. E’ fatto e approvato, arriverà la firma con tanto di conferenza stampa nei prossimi giorni. 

La Fiorentina ha cercato di fare tutto sott’acqua e c’è riuscita quasi con tutti. Come avevo già rivelato in esclusiva su FirenzeViola il primo incontro decisivo fra Ramadani e Barone c’è stato lunedì a Milano. In quell’occasione la Fiorentina in linea di massima ha detto ok alle richieste dell’allenatore. 

Le cene sono servite a perfezionare il tutto. Confermo che l’allenatore firmerà il rinnovo fino al 2024 compreso con opzione per il 2025, ci sarà la clausola rescissoria con ingaggio quasi raddoppiato, bonus vari e accordo anche per la posizione di tutto lo staff. Mi dicono che Italiano sia molto soddisfatto di questo accordo e soprattutto della fiducia che gli ha manifestato Rocco Commisso accettando le sue richieste. Del resto tutto meritato dopo il grande lavoro fatto. 
Nella cena di ieri sera la dirigenza viola e  il duo Italiano-Ramadani hanno affrontato anche il tema mercato. E’ chiaro che Italiano abbia ricevuto due ok da Commisso, sul contratto in primis, ma anche sulla volontà di crescere, sugli investimenti da fare e l’ambizione della Fiorentina. Ottimi segnali. 
Tornando all cena di ieri sera risulta sia stato fatto uno screening sui giocatori da cedere e da non riscattare prima di passare ad analizzare i nomi dei possibili acquisti. Pradè e Burdisso ora hanno in mano una rosa di nomi approvati anche dall’allenatore. In piedi, come detto, l’ipotesi scambio Pinamonti-Milenkovic. Anche Grillitsch è un nome buono, era nel mirino da diversi mesi.