Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Dopo la squalifica, Mourinho torna in panchina in Europa con la Roma: "Voglio i tre punti"

Dopo la squalifica, Mourinho torna in panchina in Europa con la Roma: "Voglio i tre punti"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 30 novembre 2023, 00:45I fatti del giorno
di Tommaso Bonan

Archiviata l'Udinese, la Roma riprende il cammino in Europa League dopo il pesante ko di Praga contro lo Slavia che è costato (momentaneamente) il primo posto nel girone. A Ginevra i giallorossi affrontano gli svizzeri del Servette per provare a riprendersi la testa del gruppo momentaneamente occupato proprio dallo Slavia: arrivare primi vorrebbe dire accedere direttamente agli ottavi di finale ed evitare gli spareggi: "Voglio i tre punti, le partite fuori casa sono sempre difficili, il terreno è orribile e loro stanno bene. Non hanno perso mai dopo la partita dell’andata a Roma e sono vicini per la lotta al titolo. Se vinciamo questa, poi ci giochiamo tutto all’ultima", ha sottolineato José Mourinho alla vigilia della sfida.

E proprio il portoghese - che stasera sarà nuovamente in panchina dopo la squalifica di quattro giornate in Europa - ha fatto il punto su chi potrà giocare o meno, a partire proprio dall'attacco: "Dybala e Lukaku dal primo minuto? Sì, penso sia possibile", le parole dell'allenatore che poi si è soffermato sullo stato della rosa: "Non pensiamo ai gol, pensiamo a vincere. La partita è sufficientemente difficile. Se lo facciamo e lo fa anche lo Slavia ci giocheremo tutto alla fine. Intanto è importante vincere domani. Ho avuto qualche esperienza nei cambi di giocatore con risposte che non mi aspettavo. La nostra difficoltà oggi è dietro perché senza Smalling e Kumbulla siamo pochi. Abbiamo due gare fuori in tre giorni, abbiamo bisogno di tutti e per questo domani farò dei cambi aspettando una risposta positiva e che la gente non abituata ad andare in panchina trovi il modo giusto per entrare e fare bene. Non ho paura di arrivare all'ultima giornata per passare il turno".

Dybala, Pellegrini e Renato Sanches come pensa di gestirli?
"Non giocheranno tutti e tre insieme. Devo fare un po' di gestione. Domenica anche è molto importante. La gestione di Renato è ovvia. Lorenzo nell'ultima partita ha fatto la prima ora di gioco dopo tanto e Paulo è arrivato dall'Argentina e non è mai facile e ha giocato 88 minuti. Bove deve giocare 90 minuti e fare la doppia maratona. Dobbiamo avere la forza psicologica per dare tutto. Il pareggio non mi dice nulla. Il problema non è la qualificazione".

Come sta Mancini?
"Non abbiamo nessun altro. Se mi dice che non è possibile allora non gioca. Se mi dice che ce la fa allora giocherà"

Leggi qui le parole del difensore Llorente, intervenuto in conferenza stampa al fianco di Mourinho

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile