Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Marco Rossi: "In Ungheria più attaccamento alla Nazionale. Italia? Difficile ripetersi"

Marco Rossi: "In Ungheria più attaccamento alla Nazionale. Italia? Difficile ripetersi"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 19 giugno 2024, 08:38Rassegna stampa
di Niccolò Righi

Parte quest’oggi la seconda giornata di questi Europei 2024 e l’attenzione dell’Italia sarà rivolta soprattutto al match delle 15:00 tra Croazia e Albania. Alle 18:00, invece, i padroni di casa della Germania affronteranno l’Ungheria di Marco Rossi, che proprio tre anni fa stavano per eliminare. L’edizione odierna del Corriere della Sera ha intervistato in esclusiva proprio il commissario tecnico degli ungheresi, che a proposito di quel match di tre anni fa ha dichiarato: “Sì, loro sono un’altra squadra e non lo dico perché hanno vinto 5-1 con la Scozia, ma lo ripeto da settimane: sono la grande favorita di questo Europeo. Noi abbiamo perso male con la Svizzera e per la prima volta mi sono vergognato della mia squadra. Sfido chiunque a scommettere un fiorino ungherese su di noi: è una sfida proibitiva, ma spero di rivedere la mia squadra nella versione migliore”.

In Ungheria c’è un interesse per la Nazionale superiore a quello che c’è in Italia?
“Sì, c’è più attaccamento, più fame di calcio e meno puzza sotto al naso: in Italia si pretende solo di vincere e competere per farlo non basta più”.

L’Italia di Spalletti è all’altezza del titolo di campioni in carica?
“È una buonissima squadra con un ottimo allenatore. È partita bene, ma ripetersi non è mai facile e non si può dire che sia favorita. Però lotterà per vincere e mi auguro che ci riesca ancora. Spero di non incontrarla, perché abbiamo perso due volte su due”.

Il vostro obiettivo resta passare il girone?
“Dopo la Germania, abbiamo la Scozia. Vogliamo fare bella figura e dare continuità ai risultati. Il grande obiettivo resta il Mondiale, che all’Ungheria manca dal 1986”.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile