Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Capello: "Uno mi ha detto che i calciatori si valutano tra i 4 e i 6 anni. Ma di che parliamo?"

Capello: "Uno mi ha detto che i calciatori si valutano tra i 4 e i 6 anni. Ma di che parliamo?"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
venerdì 20 maggio 2022, 14:40Serie A
di Ivan Cardia

Fabio Capello, ospite del forum "Il Calcio che l'Italia si merita", organizzato dal Corriere dello Sport, ha parlato di temi importanti per il futuro del calcio italiano: "Metterei vicino a chi fa il VAR qualcuno che ha giocato a calcio. Se non capisce cosa è un contatto non si può capire: bisogna mettere qualcuno che capisca esattamente il tipo di movimento, volontario o no, cattivo o non cattivo. Gli arbitri oggi hanno tanta paura di commettere errori. Per quale motivo all'estero chi va a terra si rialza subito? Perché sa che non sarà premiato rimanendo giù. L'altro giorno sono stato a un convegno di allenatori lombardi: uno ha detto che il più grande miglioramento si ha tra i 4 e i 6 anni. Ma di che parliamo? Fino ai dodici anni, almeno, il calcio deve essere ludico. Facciamoli divertire, poi si vedrà".

Primo piano
TMW Radio Sport