Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
esclusiva

Amoyal (Kol Rega Radio): "Il digiuno e le assenze del Maccabi favoriranno la Juve"

ESCLUSIVA TMW - Amoyal (Kol Rega Radio): "Il digiuno e le assenze del Maccabi favoriranno la Juve"TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 5 ottobre 2022, 11:45Serie A
di Marco Conterio

Sfida da vincere a ogni costo per la Juventus contro il Maccabi Haifa che guida il campionato dopo la vittoria contro il Maccabi Tel Aviv ed è in un ottimo momento di forma. Della formazione israeliana, Tuttomercatoweb.com ne ha parlato con Ziv Amoyal, collega di Kol Rega Radio. "I tifosi del Maccabi sono soddisfatti della stagione del club in campionato, specialmente della vittoria per 2-0 contro il Maccabi Tel Aviv. L'atmosfera era folle e la Juventus se ne renderà conto quando verrà qui".

Che sensazioni ci sono?
"I tifosi sono consapevoli della differenza tra squadre nonostante gli ultimi risultati negativi della Juventus. Però la gara contro il PSG lascia una sensazione positiva: nonostante la sconfitta sanno che la formazione di Bakhar darà tutto per portare a casa un risultato. Però parlando con dei tifosi del Maccabi, che hanno visto la Juve contro il Bologna, ora c'è meno fiducia e c'è anche timore nei confronti del loro entusiasmo".

Sudditanza psicologica
"E' uno dei problemi del calcio israeliano: sentirsi la squadra più debole e perder tempo, perdere fiducia, perdere consapevolezza".

Si giocherà subito dopo lo Yom Kippur
"E' la prima volta nella storia che una gara di calcio si gioca subito dopo la fine dello Yom Kippur ma il Maccabi era pronto, sin dall'inizio. Poi in Champions potrà schierare, stasera, tutti gli stranieri in rosa e molti non celebreranno la festa. Seck, Batubinsika, Chery, Mohammad, Cornud, Sundgren, Rokavitsiya, Pierrot, Cohen. A questi aggiungiamo anche Abu Fani che è arabo musulmano e Goldberg che era incerto. Come atteso, non ci saranno giocatori importanti come Lavi, Atzili, David e Haziza. L'unico vero timore di Bakhar e dello staff è combinare un undici titolare che non abbia amalgama, che non è abituato a giocare insieme. Vedremo come andrà ma sarà un plus per la Juventus".

Parliamo dei singoli del Maccabi?
"Chery, del Suriname, è certamente quello che ruba l'occhio. Poi Mohammed, è davvero incredibile che giochi ancora in Israele. La stella nascente è David, due gol decisivi contro il Maccabi Tel Aviv e anche il portiere Cohen: giovane, forte, strutturato, dal grande talento".

© Riproduzione riservata