Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Braglia: "Blessin? Apprezzo la linea tenace del Genoa. Progetto è a lungo termine"

ESCLUSIVA TMW - Braglia: "Blessin? Apprezzo la linea tenace del Genoa. Progetto è a lungo termine"TUTTO mercato WEB
giovedì 20 gennaio 2022, 12:05Serie A
di Lorenzo Marucci

Simone Braglia, ex portiere del Genoa, racconta le sue sensazioni sui rossoblù e sulla decisione del club di puntare a sorpresa sul tecnico tedesco Blessin. "Per me rispecchia una programmazione che hanno in testa la proprietà e il ds - dice a Tuttomercatoweb.com - dal mio punto di vista è giusto, sebbene non rispecchi un clichè di una certa linea di gestione a cui siamo abituati. Apprezzo l'essere tenaci nel seguire una linea loro: ripeto, non fa parte magari delle nostre abitudini calcistiche italiane ma nel mondo globalizzato ormai è così. Mi fa piacere che ci sia una linea diversa dal passato. Non mi è piaciuto invece che sia stato designato Konko a gestire la temporaneità. Mi sarei aspettato il tecnico della Primavera Chiappino. Se la scelta è dipesa dal fondo 777 è stata sbagliata. Qualche problema, così, lo si è creato a livello di rapporti e equilibri. Il settore giovanile del Genoa è uno dei migliori d'Italia, c'è una valenza tecnica. E' stata una scelta discutibile, se non addirittura scellerata, da un punto di vista del rispetto. Non so chi ha preso la decisione, ma non penso che l'abbia indicata Sbravati, il responsabile del settore giovanile, proprio nel rispetto delle gerarchie".

Tornando a Blessin il rischio è che abbia, almeno all'inizio, difficoltà legate alla lingua e alla conoscenza della serie A...
"Le difficoltà iniziali ci saranno ma presumo che gente scafata e navigata che si muove a livello internazionale abbia previsto questa situazione. E' un progetto a lungo termine e quindi, dovesse anche esserci la retrocessione, lascia aperto un lavoro di medio-lungo termine. Serve lungimiranza e non siamo abituati in Italia a vedere questo tipo di situazione"-

Blessin arriva senza un curriculum brillante...
"Sì però ha fatto parte come tecnico di settori giovanili di un certo peso, dunque penso che la capacità di lavorare con i giovani sia fondamentale per un club per il futuro. Se programmi nel tempo, diluisci il fattore economico. La vita del club è più importante di tutto. Il calcio è un'azienda e deve avere le sue regole".

Percentuali salvezza?
"Viste le difficoltà di cui abbiamo parlato, sono esigue. Però dico che tanti pensavano tempo fa che la Juve fosse tagliata fuori da tutto e oggi invece se dovesse vincere a San Siro si riproietterebbe in una posizione di classifica che non immaginavamo. Io dico che il Genoa potrebbe in teoria salvarsi, ma non è facile"

© Riproduzione riservata
Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile