Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
esclusiva

Ernesto Pellegrini: "Inter, che gioia. Lukaku è il miglior centravanti del mondo"

ESCLUSIVA TMW - Ernesto Pellegrini: "Inter, che gioia. Lukaku è il miglior centravanti del mondo"
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
mercoledì 29 giugno 2022, 17:23Serie A
di Lorenzo Marucci

Ernesto Pellegrini, presidente dell'Inter dello scudetto dell'89, è contentissimo per il ritorno di Lukaku in nerazzurro. "E' troppo facile rispondere - dice a Tuttomercatoweb.com - tutti noi interisti siamo felici per questo ritorno. Per me è il più grande centravanti al mondo. Non ne conosco uno migliore"

Nel recente passato, magari nella sua Inter, chi le ricorda Lukaku?
"Nella mia Inter mi ricorda Aldo Serena, centravanti di sfondamento con uno spiccato sneso del gol".

L'Inter adesso tornerà ad essere la favorita numero uno per lo scudetto?
"Bisogna vedere anche le altre come si rinforzano, dalla Juve al Milan. E' prematuro dirlo, ci sono anche Napoli e Roma e occorre vedere come si attrezzano. E' abbastanza presto per fare una previsione o una classifica"

Che idea si è fatto su Dybala e la possibilità di un approdo all'Inter?
"Non lo so, io personalmente sono un po' indeciso. Non conosco le sue condizioni e non so se vuol venire. Non posso esprimere un parere approfondito. I grandi giocatori comunque mi piacciono tutti"

Skriniar potrebbe partire per una cifra molto elevata: che ne pensa?
"Dispiace, non solo a me ma a tutti se va via ma è anche forse inevitabile. Il capolavoro di Marotta è stato comunque quello di riportare qui all'Inter il più forte attaccante al mondo. Ora non si può negare che ci sia qualche problema finanziario e che per forza qualche sacrificio vada fatta. La squadra ad ogni modo c'è, con o senza Skriniar e poi con Marotta sono tranquillo: saprà lui come sostituirlo se dovesse andar via"

© Riproduzione riservata