Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Giuffredi: "Di Lorenzo vuole restare a Napoli. Casale sarà il difensore più forte in A"

ESCLUSIVA TMW - Giuffredi: "Di Lorenzo vuole restare a Napoli. Casale sarà il difensore più forte in A"TUTTO mercato WEB
giovedì 2 marzo 2023, 09:35Serie A
di Luca Cilli

Nel Napoli che sta dominando il campionato con pieno merito c’è anche l’impronta di Mario Giuffredi. Fra i calciatori assistiti dal procuratore infatti ci sono Mario Rui e Giovanni Di Lorenzo, i terzini titolari di una difesa su cui Luciano Spalletti ha successivamente sviluppato la sua squadra. Anche grazie al lavoro dell’allenatore entrambi si stanno affermando, e non solo in Italia, come fra i migliori giocatori nel ruolo.
Ed a proposito di terzini Giuffredi gestisce anche un altro potenziale top player: Fabiano Parisi. Nel giro di poco tempo è diventato uno dei pilastri dell’Empoli ed è pronto eventualmente per giocarsi le proprie chance anche in una big. Come stanno facendo Nicolò Casale e Mattia Zaccagni. Il primo difensore, il secondo esterno offensivo di una Lazio che sarà la prossima avversaria del Napoli e che per avviare il progetto affidato a Maurizio Sarri ha puntato con decisione su altri due calciatori seguiti da Mario Giuffredi. In esclusiva a TuttoMercatoWeb.com il procuratore analizza il momento e la stagione dei sui calciatori, certezze delle rispettive formazioni e possibili uomini mercato in vista della prossima sessione estiva.

Giuffredi, al di là dei singoli casi è soddisfatto della stagione che complessivamente stanno disputando i suoi assistiti?

“Personalmente per abitudine cerco di non guardare mai chi sta facendo bene. Sono uno che si gode poco i momenti belli ed i calciatori che stanno disputando un grande campionato. Preferisco guardare piuttosto le cose che non vanno bene. Mi concentro soprattutto su questo aspetto anche se è chiaro che c’è soddisfazione quando i calciatori che gestisco stanno facendo bene”.

Nel Napoli uno dei punti di forza è il capitano, Di Lorenzo. Ti aspettavi questo grande campionato da parte sua?

“Sono anni che Giovanni Di Lorenzo gioca a questi livelli. Magari adesso le sue prestazioni vengono accentuate da quelle del Napoli che sta disputando una stagione eccezionale, ma le sue prestazioni sono sempre state di alto livello. E’ un ragazzo bravissimo ed un calciatore di grande intelligenza. Più che dalle sue prestazioni sono rimasto sorpreso dalla sua capacità di essere leader. Non me lo aspettavo, ed invece si sta dimostrando tale sia in campo che nello spogliatoio. E’ un leader silenzioso, determinante in campo ma anche nello spogliatoio dove aiuta a far capire a tutti gli altri l’importanza di questo club”.

La volontà di Giovanni Di Lorenzo, che conosce e segue da tempo, è quella di proseguire con il Napoli? A che punto sono i dialoghi per l’eventuale prolungamento contrattuale?

“Di Lorenzo lo conoscevo già dai tempi della Reggina. Poi sinceramente l’ho perso di vista e lo ritrovai ad Empoli in B, un club con cui ho lavorato e lavoro molto. Il discorso rinnovo lo vedremo prossimamente, abbiamo già affrontato l’argomento con il presidente Aurelio De Laurentiis. Ne riparleremo ma non sarà un problema, perché il Napoli si ritrova un calciatore ed un uomo importante. La sua volontà è quella di restare al Napoli, così come la volontà del Napoli dovrà essere quella di andare avanti insieme”.

Poiché le sue prestazioni non sono passate inosservate, se dovesse arrivare una proposta da qualche top club europeo sarà presa in considerazione?

“Di Lorenzo a Napoli sta molto bene, è molto legato alla città, al club ed ai tifosi. Non vedo il motivo per cui debba cambiare. Il Napoli oggi è un club importantissimo, fra i top in Europa. A meno di situazioni particolari resta a Napoli”.

Fra i segreti del Napoli c’è anche Mario Rui. Lei ha sempre creduto nel giocatore e lo ha difeso dalle critiche che sono arrivate in passato. Insieme al calciatore anche Giuffredi si sta togliendo qualche soddisfazione vista la grande stagione che sta disputando?

“Mario Rui sono due anni che fa grandi stagioni. Anche nella precedente sempre con Spalletti ha disputato un ottimo campionato. Per me è motivo di orgoglio perché è stato bersagliato per anni sono tutti i punti di vista. Ci siamo tolti parecchi sassolini dalle scarpe. Mario Rui non solo ha grandi doti tecniche ma ha dimostrato anche di avere gli attributi, si è fatto scivolare addosso tutte le critiche. Su Mario Rui indubbiamente Luciano Spalletti ha inciso tantissimo, ma non solamente su di lui ma su tutti i calciatori del Napoli. Anche nella scorsa annata Spalletti ha fatto ottime cose, ha dei meriti che fanno la differenza”.

Mario Rui gioca nel Napoli dal 2017. Al termine della stagione, anche per cercare una nuova sfida dopo tanti in questo club, potrebbe valutare anche soluzioni alternative se dovessero esserci delle offerte interessanti da parte di altre squadre?

“Io penso che se dovesse vincere il campionato, lo scudetto Mario Rui l’ha vinto lui insieme ai suoi compagni. E per questo motivo deve giocare con la maglia con lo scudetto. Lo vedo al Napoli almeno per un altro anno, poi magari può essere che rimarrà ancora per altro tempo. Ma adesso è sicuramente presto per dirlo”.

Anche Politano, altro suo calciatore, pur non giocando con continuità ha trovato il modo di incidere. Viste le sue potenzialità, in passato ha perso qualche occasione per giocare stabilmente ad altissimi livelli?

“Politano, come Lozano, quando ha giocato è stato incisivo ed ha fatto la differenza. L’alternanza è stata positiva, ha fatto cose esaltanti. Penso che può fare di più e poteva fare di più in passato, perché ritengo che ha delle qualità importantissime. Il passato ormai è andato, deve guardare al presente”.

Il prossimo avversario del Napoli sarà la Lazio dove gioca uno dei suoi calciatori, Nicolò Casale. Fin qui ha disputato un’ottima stagione confermando quanto di buono si è sempre detto sul suo conto. Si aspettava questa crescita?

“Casale sarà il difensore più forte dei prossimi 10 anni in Italia. Diventerà anche una colonna della nostra nazionale. E’ un giocatore fantastico che ha ancora degli ampi margini di miglioramento. Per qualità può diventare un big. Come Parisi nel suo ruolo”.

In effetti anche in questo campionato Fabiano Parisi sta dimostrando tutto il suo valore. Sarà il suo ultimo anno con l’Empoli? E’ pronto per trasferirsi in una big?

“Si, Parisi è pronto per una grande squadra. Questa sarà la sua ultima stagione con l’Empoli. Potevamo già andare via questa estate, il suo percorso nel club è finito ed è giusto che il calciatore possa ambire a qualcosa di più importante. La Juventus? Adesso parlare di squadre è prematuro”.

Cristiano Biraghi prolungherà il contratto con la Fiorentina?

“Vedremo a fine campionato. Secondo me il suo lo sta facendo bene. Siamo felici e Biraghi ama stare a Firenze. Gode del rispetto e della stima del club, non ha assolutamente nessun problema con la Fiorentina”.

© Riproduzione riservata
Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile