Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCesenaFrosinoneLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Gli attacchi di Commisso alla Juve non bloccano gli affari: è il turno di Dusan Vlahovic

Gli attacchi di Commisso alla Juve non bloccano gli affari: è il turno di Dusan VlahovicTUTTOmercatoWEB.com
martedì 25 gennaio 2022, 12:15Serie A
di Pietro Lazzerini

La Fiorentina da ieri ha aperto senza mezzi termini al possibile addio di Dusan Vlahovic con direzione Juventus. Seppur alle proprie condizioni, i viola nelle prossime ore potrebbero trovare un accordo per l'addio del diamante serbo che abbraccerebbe così la formazione bianconera. Un po' di stupore è stato suscitato prima dalle parole di Pradè e poi dalle novità arrivate successivamente in chiave Juve, visto che i rapporti tra il proprietario della Fiorentina Commisso e la Vecchia Signora, sono tesi praticamente fin dal suo arrivo in Italia e ancor più inaspriti dalla successiva cessione di Chiesa.

Prendendo in considerazione le ultime dichiarazioni pubbliche di Commisso, è evidente come proprio la Juventus sia uno dei club al centro delle polemiche palesate a proposito delle regole finanziarie del calcio italiano e quelle relative ai rapporti con i procuratori. Lo stesso presidente viola, in estate aveva per esempio accusato la Juve per l'indebitamento societario figlio di un "lavoro sporco": "Come hanno comprato Chiesa? Ce l'hanno rubato perché gli hanno dato molti soldi. Ci sono club come quello bianconero che sono indebitati per un "lavoro sporco". A settembre, l'intervista rilasciata a Rai2 fu ancora più esplicita nei confronti della Juventus: "Non è possibile che ogni 6 mesi io porti soldi in Italia per rientrare nell'indice di liquidità, mentre squadre come Juventus e Inter non lo fanno. C'è un senso di falsità nel calcio. La Juve ha 200 milioni di perdite eppure non mi risulta che abbiano avuto penalizzazioni o limitazioni al mercato". Infine, poche settimane fa, è uscito un reportage sul Financial Times dove è stato raccontato anche il pensiero di Commisso relativo alla quotazione in borsa della Juventus e alle relative perdite causate dalle inchieste sulle plusvalenze: "In USA, le persone che hanno avuto perdite in borsa per un'operazione del genere, avrebbero fatto causa a quei figli di puttana (motherfuckers nella versione originale n.d.r.).

Era francamente complicato pensare che con tutti questi stracci volati tra proprietà, si potesse arrivare a una trattativa per il giocatore capocannoniere della Serie A. Però le parti adesso trattano davvero e dunque, nonostante la tensione, è probabile che nel nome degli affari si passi sopra anche a queste ultime dichiarazioni.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000