Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Inter, con Skriniar non c'è ancora accordo. Ottimismo o exit strategy? Il PSG è sempre lì

Inter, con Skriniar non c'è ancora accordo. Ottimismo o exit strategy? Il PSG è sempre lì TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 25 novembre 2022, 08:20Serie A
di Ivan Cardia

La deadline iniziale era fine ottobre. Passata. Poi Marotta ne aveva fissata una nuova: entro l'inizio del mondiale. Passato anche quello. Adesso l'Inter punta Natale, come se andare oltre non comportasse un enorme rischio sul futuro di Milan Skriniar. Nel calendario degli incontri in programma fra la dirigenza e l'agente dello slovacco, quattro, manca l'ultimo: se la si guarda da questo punto, la trattativa non è in particolare ritardo sulla tabella di marcia. Rispetto all'ottimismo trascinante di un mese fa, però, i passi avanti sono stati pochi e nulli.

L'offerta dell'Inter e il silenzio di Skriniar. Al primo contatto in cui la dirigenza nerazzurra ha incassato la sostanziale disponibilità del giocatore a trattare ne sono seguiti altri due. Senza far registrare grosse svolte. Eventuali clausole e fasce da capitano sono sparite molto presto dal banco, le ultime indiscrezioni raccontano che si discute dei bonus ma un dato c'è: se da parte interista è sempre filtrato - anche pubblicamente - un certo ottimismo, sull'altro fronte nessuno ha mai dato per scontato il lieto fine. Di più, nessuno è mai uscito allo scoperto in maniera "ufficiale". Al di là dei dettagli, non certo secondari, Skriniar ha sempre saputo benissimo fin dove l'Inter si sarebbe potuta spingere e dove non sarebbe proprio potuta arrivare. Tirarla per le lunghe, al netto del ragionevole obiettivo di spuntare il miglior accordo possibile, assomiglia tanto a una exit strategy: portare avanti la stagione fin quando è possibile, senza gli scossoni che comporterebbe un'eventuale rottura. E celebrarla soltanto nel momento in cui dovesse arrivare. O arriverà.

Il PSG è sempre lì. Con i suoi 9 milioni di euro a stagione, più un ricco premio alla firma. Il club francese, che in estate si è visto rifiutare offerte da 50 e rotti milioni, continua il suo corteggiamento silenzioso, forte di un contratto che si avvicina sempre di più agli ultimi sei mesi di vita. All'ottimismo nerazzurro non può rispondere con altrettanto ottimismo, per il semplice fatto che sinora Skriniar non ha mai aperto fino in fondo all'addio a Milano. Però l'accordo con l'Inter non c'è ancora: quello col Paris Saint-Germain sarebbe molto più rapido da trovare.