Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Italia, Viscidi: "Spalletti ct modernissimo, ha un'attenzione maniacale all'inserimento dei giovani"

Italia, Viscidi: "Spalletti ct modernissimo, ha un'attenzione maniacale all'inserimento dei giovani"
mercoledì 12 giugno 2024, 16:23Serie A
di Pierpaolo Matrone

Maurizio Viscidi, coordinatore del settore giovanile della FIGC, ha rilasciato un'intervista al quotidiano La Repubblica, affrontando varie tematiche, tra cui l'inizio dell'Europeo e la gestione-Spalletti: "Luciano fa cose molto moderne: il sistema estremamente fluido, la costruzione con la difesa alta. Non esiste più un sistema fisso, ma strutture di gioco diverse nelle varie fasi. È la metodologia situazionale con la ricerca del dominio".

In gergo tecnico è il calcio relazionale, di cui parla il ct?
"La sostanza è che il calciatore deve sapersi adattare alle situazioni. Mentre nel calcio posizionale ti collochi in posizione vantaggiosa e da quella ti muovi, in quello relazionale è dai tuoi movimenti e da quelli degli avversari che nascono le linee di passaggio. Il pressing, che è
essenziale, viene guidato dall’esigenza di non perdere mai l’equilibrio difensivo".

In questa Nazionale tanti sono cresciuti nelle Under azzurre.
"Donnarurmma, Bastoni, Dimarco, Barella, Raspadori, Chiesa, Scamacca. Qualcuno è partito dall’U15. È confortante vedere che non si sono persi per strada. È bello vincere un titolo U17, ma sarà ancora più bello vedere tra qualche anno ragazzi come Camarda, Liberali, Mosconi e Natali in Nazionale".

L’Italia dei grandi è campione europea in carica, ma arriva da due mancate qualificazioni al Mondiale: perché dovrebbe essere ottimista?
"Se non siamo ottimisti noi con questi talenti, chi lo deve essere? Certo, le mancate partecipazioni al Mondiale sono state dolorisissime, nulla più di un Mondiale coinvolge le nuove generazioni. Ma io posso dire che Spalletti ha un’attenzione maniacale al lavoro sui ragazzi e sul loro inserimento. Io mi fido di lui".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile