Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Le pagelle del Verona - Henry determinante, Coppola-Amione ok su Immobile

Le pagelle del Verona - Henry determinante, Coppola-Amione ok su ImmobileTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 9 dicembre 2023, 17:08Serie A
di Dennis Magrì

VERONA-LAZIO 1-1 (23’ Zaccagni, 70’ Henry)
Montipò 6 - Nel primo tempo non ha granché da fare eppure si ritrova suo malgrado a raccogliere il pallone dalla porta. Nella ripresa resiste all'assalto biancoceleste.

Tchatchoua 5,5 - La Lazio ci prova a sfondare dalle sue parti, ma con poca convinzione. Si perde clamorosamente in area Zaccagni sull’azione del gol ed è l'unica sbavatura ma pagata a caro prezzo. Si fa apprezzare nella metà campo avversaria.

Coppola 6,5 - In fase difensiva svolge il suo compito, lottando insieme ad Amione contro un osso duro come Immobile. Ma quando c’è da impostare da dietro con i lanci lunghi è spesso impreciso. Al 54’ è decisivo in scivolata per intercettare il passaggio di Luis Alberto per Immobile in area. (Dall’87’ Magnani s.v.)

Amione 6,5 - Tiene sotto controllo Immobile, spesso giocando in anticipo o col fisico. Sull’azione del gol scivola e apre il varco per Felipe Anderson, ma non può essere considerato il colpevole.

Terracciano 5,5 - Soffre le discese di Felipe Anderson, nell’uno contro uno spesso la spunta il brasiliano. Nella ripresa, con l'ingresso di Lazovic, riesce spesso a duettare con sovrapposizioni interessanti.

Duda 5 - Il giallo rimediato nel primo tempo lo costringe a giocare con il freno a mano tirato nei contrasti, ma la sua presenza nel mezzo è fondamentale: dà equilibri e qualità. A inizio ripresa rischia il doppio giallo che, puntualmente, arriva poco dopo lasciando in inferiorità numerica i compagni.

Folorunsho 5 - Un po’ sottotono, forse anche perché gli viene arretrato il proprio raggio d’azione. Non ha mai la possibilità di ripartire con la sua solita strapotenza fisica. (Dal 58’ Hongla 6 - Dà vivacità e sostanza a centrocampo.)

Suslov 6 - Si vede a sprazzi, ma è molto impreciso. Non riesce a pungere come vorrebbe. Ha, però, il merito di aver "spedito" sul corpo di Henry il pallone del pareggio (Dal 76’ Mboula s.v.).

Serdar 6 - Ci mette sostanza, fisico e con intelligenza prova a tenere fuori dal gioco Rovella, il regista della Lazio. Negli ultimi trenta metri è poco lucido. Sotto nel punteggio, Baroni lo sacrifica nell'intervallo (Dal 46’ Lazovic 6 - Frizzante, vivace sulla fascia e uomo di riferimento in campo anche per i compagni. Entra bene).

Ngonge 6 - Svaria su tutto il fronte offensivo, ma senza riuscire a creare grattacapi ai difensori avversari. Più in partita nel secondo tempo: da un suo cross nasce l'errore di Provedel e il gol di Henry.

Djuric 5,5 - Tante sponde, molta corsa e sacrifici. E, a parte una spaccata in area nel primo tempo, non ha occasioni per colpire. (Dal 58’ Henry 6,5 - Un pizzico di fortuna sul gol che vale un punto. Con la sua fisicità mette in apprensione la retroguardia laziale).

Marco Baroni 6,5 - Tanti, troppi lanci lunghi: nel primo tempo la squadra sembra non avere altre soluzioni e infatti le manovre offensive sono sterili. Nella ripresa la svolta: il 4-4-2 lo premia, più vivacità sulla fascia con Lazovic e soprattutto risulta vincente anche la sostituzione Djuric-Henry. Un punto che vale oro: ancora una volta, per atteggiamento, il suo Verona non sbaglia.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile