Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Parma, D'Aversa: "Il tempo per salvarsi c'è, ma non possiamo permetterci certi atteggiamenti"

Parma, D'Aversa: "Il tempo per salvarsi c'è, ma non possiamo permetterci certi atteggiamenti"
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 10 aprile 2021 21:30Serie A
di Niccolò Pasta

Roberto D'Aversa, tecnico del Parma, analizza così in conferenza stampa la sconfitta contro il Milan: "La differenza tra primo e secondo tempo non è dato solo dal cambio singolo ma dall'atteggiamento che è cambiato in tutta la squadra. Nel primo tempo tutta la squadra è stata timida, remissiva e non ha giocato da squadra che deve salvarsi a tutti i costi. Nel secondo tempo lo si è fatto ma non è bastato a portare a casa il risultato positivo nonostante si è giocato per gran parte del secondo tempo in superiorità numerica. La differenza di atteggiamento s'è vista rispetto all'inizio, nel primo tempo in troppi hanno giocato sotto ritmo e sottotono. Ci tengo a precisare che non è dovuto solo all'ingresso di Cornelius ma all'atteggiamento di tutti. Nel primo tempo più che superiorità del Milan c'è stata superficialità nostra nel concedere due gol in maniera semplice. Chi vuole salvarsi non può concedere quei gol, soprattutto il secondo in cui concedi ripartenza. Una volta che comprometti la partita nel primo tempo... Siamo stati poi bravi a reagire e a riaprirla, però bisogna essere bravi a giocarla per novanta minuti". 

Il Parma può lottare fino alla fine?
"Il tempo e le potenzialità per salvarsi ci sono, è chiaro che più passano le partite meno ti puoi permettere questi errori e questo atteggiamento. E' chiaro che più che guardare agli altri, dobbiamo fare un tot di punti. Il Milan veniva da una partita difficoltosa con la Samp, sotto l'aspetto fisico è un po' in difficoltà, dovevamo essere più bravi ad approfittarne. Nel momento in cui hai la fortuna che il Milan ti concede la superiorità numerica, non avere giocatori offensivi da inserire ha influenzato. Le situazioni per fare risultato ci sono state, credo che dobbiamo essere più determinati e cattivi, sia quando si concede che quando si deve concludere meglio, anche se Donnarumma ha dimostrato il giocatore del valore che è". 

Dal campo cosa ha capito di Ibrahimovic?
"Non mi piace commentare gli episodi quando sono a favore, figuriamoci se sono per le squadre avversarie. Non so cosa sia successo di preciso, dovete chiederlo a lui". 

Traoré è entrato bene ma poi ha perso la palla nel finale:
"Non addosserei la responsabilità del terzo gol a Traoré che ha sedici anni ed è entrato con personalità, ha chiesto palla, saltato l'uomo. In quella circostanza non gli si è dato l'appoggio, dovevamo girare palla e andare velocemente dall'altra parte. Il terzo gol ci fa capire che sulle decisioni, come sul secondo gol, anche dovute alla situazione di classifica, non facciamo la scelta giusta. Non mi sento di dare la responsabilità del terzo gol a Traoré".

Con cattiveria e determinazione l'avete riaperta:
"Non solo con cattiveria e determinazione, se si arriva a concludere per sette volte nello specchio significa che non ha contribuito solo la superiorità numerica. Il rammarico è che Donnarumma è stato bravissimo e in altre situazioni non abbiamo concretizzato: abbiamo avuto possibilità che non abbiamo sfruttato. Non è questione di sfortuna, per portare a casa il risultato pieno non va concesso nulla all'avversario, o almeno devono essere loro a crearle. Se le concediamo noi il rammarico poi è ancora più grande". 

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000