Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Roma-Betis è anche Mourinho vs Pellegrini. Nel 2010 Mou disse: "Io non allenerei mai il Malaga"

Roma-Betis è anche Mourinho vs Pellegrini. Nel 2010 Mou disse: "Io non allenerei mai il Malaga"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 6 ottobre 2022, 17:15Serie A
di Giacomo Iacobellis
fonte Dall'inviato a Roma, Giacomo Iacobellis

La sfida nella sfida. Roma-Betis non sarà solamente il big match del Gruppo C di Europa League, ma anche la ripresa delle ostilità sul campo fra mister José Mourinho e Manuel Pellegrini. Una relazione non certo delle migliori, figlia di un episodio ben preciso verificatosi nel 2010 e non certo migliorata neanche quando i due si sono ritrovati da avversari in Premier League.

La sfida fra il portoghese e il cileno è iniziata proprio 12 anni fa, quando il Real decise di esonerare Pellegrini in favore dello Special One che aveva appena vinto il Triplete con l'Inter. L'attuale allenatore del Betis ripartì dal Malaga e Mou non si fece scappare una frecciatina: "Non sarò mai come Pellegrini, non finirò mai in una squadra come il Malaga. Andrò in un grande club dopo aver allenato il Real Madrid", dichiarò alla stampa.

Ebbene, la risposta pubblica di Pellegrini è arrivata solamente ieri in conferenza. Come? Con tanta acqua sul fuoco. "Il rapporto con Mourinho è buono. Abbiamo convissuto molti anni in Spagna e in Inghilterra, poi ognuno è padrone delle proprie parole. Per me allenare il Malaga è stato un orgoglio e oggi confermo quanto detto. Nonostante avessi allenato grandi club, sono stato contento della mia scelta. Non ho parlato in privato con Mourinho adesso, ci siamo incontrati tante volte e non siamo mai tornati sulle parole del 2010", sono state infatti le sue parole nell'intento di mettere a tacere ogni diceria e spostare l'attenzione solamente sul campo.

Primo piano
TMW Radio Sport