Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Roma, oggi la Salernitana. Ma gli esuberi bloccano il mercato

Roma, oggi la Salernitana. Ma gli esuberi bloccano il mercato TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 14 agosto 2022, 07:00Serie A
di Dario Marchetti

Questo pomeriggio riparte il campionato della Roma e a tener banco non sarà solo la prova del campo, perché da qui al 31 agosto il lavoro di Tiago Pinto è ancora tanto. Gli ultimi colpi per limare la rosa (attaccante e centrale di difesa) e tanti esuberi ancora da sistemare. Proprio quest’ultimi, però, stanno ritardando il lavoro del gm perché il fronte dei no si fa sempre più ostruzionista. Da Calafiori a Diawara, passando per Kluivert, Riccardi Coric, Bianda, Bouah e Providence: otto calciatori che alla Roma pesano quasi 15 milioni lordi a bilancio. Troppi, se consideriamo i conti ancora in rosso del club, per permettersi di non trovargli una sistemazione prima di trovare un accordo con chi invece dovrà fare il suo ingresso a Trigoria.

E Diawara, che tra i calciatori citati è quello con l’incidenza maggiore, è anche il giocatore che più di altri si è ormai messo di traverso al club giallorosso rifiutando ogni proposta arrivata dalla Roma e dal suo agente. Risultato: da tre finestre di mercato resta bloccato nella Capitale senza ricordare nemmeno più che forma abbia il campo da gioco. Pinto ha sondato in Premier League con alcuni club l’interesse per il guineano, ma i 4,4 milioni lordi continuano a rappresentare un ostacolo. Così come i 3,3 di Kluivert, per il quale qualcosa comunque si muove con il Fulham. Se a questi aggiungiamo gli 1,3 milioni di Calafiori, i 2,4 di Coric che ha rifiutato di restare allo Zurigo, gli 1,5 di Bianda, l’uno di Bouah e i 300 mila di Providence ecco che la Roma si ritrova a sostenere costi pesanti per giocatori ormai fuori progetto. Un club ‘ostaggio’ di scelte sbagliate in passato e con le quali Pinto convive dal suo arrivo, provando a debellarle tutte. L’obiettivo è vicino, ma la sensazione è che servirà anche il mercato di gennaio.