Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Sassuolo-Empoli 2-3, le pagelle: Bastoni protagonista a sorpresa, Pinamonti si riscatta

Sassuolo-Empoli 2-3, le pagelle: Bastoni protagonista a sorpresa, Pinamonti si riscattaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 25 febbraio 2024, 06:04Serie A
di Redazione TMW
fonte Matteo Vana

Risultato finale Sassuolo-Empoli 2-3

LE PAGELLE DEL SASSUOLO

Consigli 6 - Poco o nulla può prima sul colpo di testa di Luperto da zero metri e poi sul rigore di Niang, così come su Bastoni. Bravo, però, a chiudere lo specchio ancora sull’attaccante con un intervento che tiene in vita i suoi.

Pedersen 6 - La sua velocità è un’arma in più per il Sassuolo, soprattutto in fase difensiva. Se in avanti è un po 'troppo timido, infatti, nella propria metà campo mette in mostra un paio di recuperi importanti dove, anche con mestiere, riesce a sbrogliare un paio di situazioni complicate.

Tressoldi 6 - Partita solida, senza grossi errori e con applicazione che lo porta ad amministrare anche situazioni complicate senza andare in sofferenza.

Ferrari 6,5 - Nel primo tempo sgomita con Cerri provando a far valere la sua forza anche nell’area avversaria. Poi l’errore di posizionamento con il braccio troppo largo che costa il rigore con conseguente raddoppio dell’Empoli, ma si fa perdonare segnando il pareggio di testa che salva i neroverdi.

Doig 6 - Bene in proiezione offensiva, non fa mai mancare il suo apporto in avanti. Va anche alla conclusione con un bel sinistro che impegna Caprile.

Boloca 5,5 - Inizia prendendo subito un giallo, episodio che ne condiziona il rendimento facendolo giocare con il freno a mano tirato. Prova comunque a contrastare tutti facendo da filtro fino a quando Dionisi non lo cambia. Dal 46’ Bajrami 6 - Parte piano, da diesel, poi confezione l'assist su punizione per la rete di Ferrari.

M.Henrique 6 - La manovra del Sassuolo è compito suo, è lui a dover fare girare la squadra di Dionisi. Si piazza in mediana svolgendo il compito senza grandi errori, ma anche senza guizzi che rubino applausi.

Thorstvedt 5 - Troppo distratto e fuori dal match, il centrocampista non entra mai in partita perdendo troppo palloni e sbagliando diversi passaggi che ne minano il morale e la prestazione. Dal 89’ Defrel sv

Volpato 6 - Va a sprazzi, non è continuo ma quando si accende dà una marcia in più ai suoi. Sembra uno dei pochi a crederci e, soprattutto nel primo tempo, a cercare di dare la scossa a una squadra senza mordente. Dal 69’ Mulattieri 5,5 - Entra per dare peso in attacco, ma non gli capita mai l’occasione buona per battere a rete.

Laurienté 5 - Si incaponisce sbagliando le scelte e cercando troppo spesso l’azione personale, quasi come se non fidasse troppo dei propri compagni ma preferisse cercare di risolverla da solo. Dal 89’ Racic sv

Pinamonti 6,5 - Nel primo tempo tocca appena 9 palloni, ma in uno di questi crea l’unica vera occasione del Sassuolo. Nella ripresa, poi, prova a caricarsi i suoi sulle spalle segnando un rigore pesantissimo e diventando una presenza costante nello sviluppo della manovra offensiva neroverde.

Alessio Dionisi 5,5 - Il suo Sassuolo cerca sempre di giocare, ma va sotto al primo episodio. Non perde la calma, carica i suoi ma non riesce a conquistare un pareggio che sarebbe stato utile forse più per il morale che per la classifica ma in certi casi non perdere è più importante che vincere.

LE PAGELLE DELL'EMPOLI

Caprile 6 - Non può fare nulla sulle rete subite, per il resto una pomeriggio da ordinaria amministrazione per lui.

Ismajli 5 - Una partita attenta in marcatura senza commettere sbavature. Almeno fino a quando non si spegne la lampadina e commette fallo su Tressoldi in area. Una sciocchezza che poteva costare carissima.

Luperto 7 - Leader difensivo e non solo, guida il reparto con autorità non concedendo praticamente nulla. Ma soprattutto svettando di testa nell’area avversaria confezionando il gol che apre le marcature.

Walukiewicz 6 - Dove non arriva con la tecnica ci mette il fisico ergendo il muro e facendo valere la sua stazza. Non commette nessun errore mettendo in mostra anche un paio di chiusure importanti.

Cancellieri 6,5 - Parte bene, dalla sua parte l’Empoli è spesso pericoloso grazie alla sua capacità di saltare l’uomo e di sfornare assist. Cala leggermente nel finale, ma si rende sempre utile anche in fase difensiva. Dal 88' Pezzella sv

Marin 7 - Prima ci prova su punizione diretta, poi sempre si punizione sforna l’assist al bacio per Luperto. Non contento si ripete fornendo il secondo assist, stavolta decisivo, per il gol da tre punti di Bastoni. Una prova di sostanza la sua passata a dettare i ritmi della manovra con autorità.

Maleh 6 - Solita prestazione di grinta e lotta, con qualche inserimento che spaventa il Sassuolo. Come quando si fa trovare pronto sulla respinta dal palo toccando però con il braccio prima di insaccare.

Cacace 6 - Le sue sovrapposizioni, specie nel primo tempo, creano sempre la superiorità numerica. Un motorino su quella fascia anche se cala un po’ alla distanza. Dal 88’ Destro sv

Kovalenko 6 - Partita ordinata nella quale si affanna in un lavoro oscuro di raccordo tra centrocampo e attacco. Dal 80’ Bastoni 7 - Gioca appena un quarto d’ora ma è decisivo con l’inserimento giusto e il colpo di testa che vale 3 punti e, probabilmente, un pezzo importante di salvezza.

Cambiaghi 6,5 - Uno dei migliori dei suoi. Corre, lotta e crea sempre lo spazio per i compagni. Non segna, ma se aggiungesse anche i gol al suo repertorio sarebbe un giocatore da zona Europa. Dal 88'' Bereszynski sv

Cerri 5,5 - Si prodiga in un lavoro massacrante, andando a duellare con chiunque e facendo a sportellate con l’intera difesa avversaria. Un lavoro oscuro ma che lo sfianca facendogli perdere lucidità in attacco . Dal 56’ Niang 7 - Entra dalla panchina e dà la scossa con il rigore e tante giocate utili in attacco.

Davide Nicola 7 - Sei partite sulla panchina dell’Empoli, zero sconfitte. Era già nella storia, ora, con la vittoria in extremis che consegna un pezzo importante di salvezza alla squadra toscana, lo è ancora di più.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile